HomeCalcio EsteroCaso Onana: il portiere dell’Ajax squalificato per doping

Caso Onana: il portiere dell’Ajax squalificato per doping

Andre Onana è stato squalificato per doping dalla Uefa da tutte le competizioni per dodici mesi. L’Ajax sta già preparando il ricorso

Altre tempeste in vista per la società di Amsterdam: dopo la situazione di Brobbey e il caso Haller, questa mattina la Uefa ha squalificato il portiere camerunese per doping. 

Onana: cos’è successo

Dopo l’assunzione di un farmaco prescritto alla moglie Andre Onana si è sottoposto al controllo antidoping, risultando positivo al Furosemide, sostanza diuretica proibita contenuta nel Lasimac, il farmaco assunto per lenire dei dolori.

L’Ajax si è subito schierata al fianco del proprio giocatore dichiarando come Onana non aveva alcuna intenzione di trasgredire le regole e che si tratta di un malinteso. 

“Nella mattinata del 30 ottobre, Onana non si sentiva bene e ha ingerito una pillola per alleviare il malessere. Tuttavia ha inconsapevolmente assunto il Lasimac, un farmaco che era stato precedentemente prescritto alla moglie. La confusione di Onana ha fatto sì che prendesse il medicinale della moglie, portando l’UEFA ad adottare questo provvedimento nei confronti del portiere.”

Nel comunicato il club sottolinea anche come la Commissione disciplinare dell’UEFA sia consapevole che Onana non aveva alcuna intenzione di trasgredire le regole, ma che per le regole antidoping un atleta deve sempre controllare che cosa ingerisce per la salute del proprio corpo. 

Ricorso al CAS

Si è espresso poi anche Edwin van Der Sar, ex portiere dei lancieri e direttore generale del club: 

“Noi rinunciamo esplicitamente a farmaci che migliorino le prestazioni. Siamo per uno sport pulito. Questa è una botta terribile, per Andre ma sicuramente anche per noi come società. Andre è un portiere di alto livello, che nel corso degli anni ha dimostrato il proprio valore ed è molto amato dai tifosi. Speravamo in una sospensione con la condizionale o in uno stop molto più breve di questi 12 mesi, perché quel farmaco non è stato preso per rinforzare il suo corpo o migliorare le sue prestazioni.”

L’Ajax ha quindi mostrato l’intenzione di ricorrere al CAS – Corte arbitrale dello sport – per fare ricorso, in modo da rimuovere questa pesante squalifica. I dodici mesi di assenza dal campo significherebbero per Onana non solo la conclusione anticipata di questa stagione, ma anche la rinuncia alle gare di Coppa D’Africa casalinga in programma per il 2022.

Giocatore fondamentale

Onana è per altro fondamentale per l’Ajax e per il suo allenatore Ten Hag. Titolare nell’Ajax sin dal suo arrivo dalle giovanili del Barcellona, il portiere ha assommato nella stagione in corso 26 presenze con 22 gol subiti e ben 9 reti inviolate. 

L’anno passato ha chiuso con 37 gol subiti in 39 partite e 15 reti inviolate, mentre nell’anno della storica semifinale di Champions League, sono stati 45 i gol subiti in 55 gare, con 26 clean sheet. 

Se dovesse essere confermata la squalifica dunque, l’Ajax perderebbe un punto di riferimento molto importante nella sua rosa. In corsa per la vittoria del titolo in patria e per un’Europa League da protagonisti, i lancieri faranno di tutto per riavere Onana il prima possibile. 

L’ennesima tempesta di questo 2021 di marca ajacide, dopo le parole di Overmars sul futuro del centravanti Brobbey, e il caso Haller escluso dalla lista Uefa. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

Simone Mannarino
Simone Mannarino
Classe '94 e laureato in Storia all'Università Statale di Milano, ama il calcio in ogni sua forma ed espressione. Alla costante ricerca di storie da raccontare che permettano di andare oltre ciò che vediamo tutte le domeniche.

Articoli recenti