HomeCalcio EsteroNtcham, Villas-Boas e i motivi della crisi al Marsiglia

Ntcham, Villas-Boas e i motivi della crisi al Marsiglia

Olivier Ntcham è sulla bocca di tutti, indicato come la causa delle dimissioni improvvise del tecnico del Marsiglia Villas-Boas. Ovviamente, però, il giocatore non ha colpa e i motivi più profondi sono altri.

Bisogna dare atto ad André Villas-Boas di essere un uomo coerente: pochi sarebbero arrivati ad annunciare le dimissioni per un dissidio sul mercato. È quello che è successo (anzi, che sta succedendo) a Marsiglia, dove l’allenatore portoghese ha deciso di lasciare il club dopo l’acquisto di un giocatore che lui non voleva.

Ma la crisi del Marsiglia va ben oltre un diverbio di questo tipo, e dura ormai da molto tempo. Intanto, possiamo parlare del suo motivo ufficiale: Olivier Ntcham, un centrocampista francese passato anche dal Genoa.

LEGGI ANCHE: Cos’è successo ad André Villas-Boas

Ntcham, l’uomo dietro la rottura di Marsiglia

“Non sono d’accordo con la politica sportiva del club, avevo detto che non volevo questo giocatore” ha spiegato a sorpresa in conferenza stampa Villas-Boas, che domani ha un’importante trasferta in casa del Lens. Il giocatore in questione è appunto il povero Ntcham, accusato per il solo fatto di essere arrivato Marsiglia.

Si tratta di un mediano che tra una settimana compirà 25 anni, e che il pubblico italiano conosce bene: nel 2015, il Genoa lo aveva portato in Serie A con un prestito biennale dal Manchester City. Infatti, il francese da adolescente era considerato una promessa, e il club allenato da Pep Guardiola se l’era assicurato dalle giovanili del Le Havre, per poi mandarlo a Genova a fare esperienza.

Le sue due stagioni in Italia non sono state male (41 presenze tra campionato e Coppa Italia, condite da 3 reti e 2 assist), ma Ntcham non ha avuto la crescita che il City si attendeva da lui. Così, dopo la fine dell’accordo col Genoa, il francese è stato ceduto al Celtic per 5 milioni di euro, diventando un punto fermo dei Bhoys e vincendo tre campionati e altrettante Coppe di Scozia e Coppe di Lega, oltre a venire spesso convocato nell’Under-21 della Francia.

In questa stagione ha disputato 23 partite col Celtic, ma il suo rendimento è stato un po’ inferiore rispetto alle passate stagioni. Sul finire della campagna acquisti invernale, il Marsiglia ha deciso di rafforzare il proprio centrocampo facendo arrivare proprio Ntcham in prestito, con il compito di sostituire la mezzala Morgan Sanson, ceduto per circa 16 milioni all’Aston Villa. Ma, a quanto pare, Villas-Boas non era d’accordo.

Come stanno davvero le cose

Questa, ovviamente, è la storia ufficiale. Ma probabilmente la verità è un po’ più complessa: lo stesso Villas-Boas ha tenuto a precisare che la colpa non è tanto dell’arrivo di Ntcham, ma dell’atteggiamento della società. Anche la cessione di Nemanja Radonjic all’Hartha Berlino non è andata giù al portoghese, che si è lamentato di essere stato avvisato dell’operazione solo all’ultimo momento.

I rapporti tra Villas-Boas e il Marsiglia, però, sono in crisi da tempo, ormai. Già la scorsa estate erano circolate voci, in Francia, riguardo l’intenzione del tecnico di rassegnare le proprie dimissioni, ma la crisi sarebbe poi rientrata. Per ripresentarsi in questa stagione: dopo un buon inizio, il Marsiglia è entrato in crisi, passando dalla lotta per il titolo al nono posto in classifica. Nelle scorse settimane, il presidente Eyraud aveva fatto una dura sfuriata alla squadra e all’allenatore, e di nuovo si era tornato a parlare di una minaccia di dimissioni da parte del portoghese.

LEGGI ANCHE: È già troppo tardi per salvare la stagione del Marsiglia?

Nello scorso turno di campionato, un assalto da parte degli ultras alla squadra ha portato al rinvio della sfida col Rennes, generando una situazione simile a quella che qualche anno fa causò una fuga generalizzata dallo Sporting Lisbona. Ora ci si è aggiunto il calciomercato, che ha visto il Marsiglia perdere, oltre a Sanson, anche la promessa Marley Aké.

Quindi, Ntcham sembra essere più che altro la proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso, il pretesto giusto per Villas-Boas per rompere definitivamente con un club divenuto per lui ormai ingestibile.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

98316bfe462d28c8979063b5c072b9cf?s=90&d=mm&r=g
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti