Nicola alla Salernitana: come gioca, modulo e probabile formazione

Nicola sembra essere a un passo dal diventare il nuovo allenatore della Salernitana: ma quali cambiamenti potrebbero esserci nei campani?

In casa Salernitana è tempo di rivoluzione. Una rivoluzione che ha preso in realtà il via nel mese di gennaio, con l’arrivo in dirigenza di Sabatini e con un mercato fatto di molti innesti, alcuni  anche di buon livello. Insomma, nonostante una classifica deficitaria e che resta preoccupante, il club campano sembra ancora credere all’obiettivo salvezza. Ed è per questo che in queste ore si potrebbe procedere con il cambio di allenatore. L’esonero di Colantuono sembra esser praticamente certo. Il favorito per la sostituzione sembrerebbe essere Nicola, che avrebbe vinto all’ultimo il ballottaggio con Pirlo.

LEGGI ANCHE: Chi è Walter Sabatini direttore sportivo della Salernitana: carriera e migliori acquisti

Nicola Salernitana, come giocherebbero i campani?

La domanda che diventa più che lecito farsi non può che essere solo e soltanto una: ma come giocherebbero i granata con l’arrivo del tecnico ex Torino, Crotone e Genoa? Un qualcosa su cui basarsi e da cui far partire questa riflessione meramente tattica sono senza alcun dubbio le sue esperienze precedenti. Il modulo prediletto dell’allenatore piemontese è il 4-4-2. Va detto però che ha adottato anche la difesa a 3. Insomma, si sta parlando di un mister in grado di adeguarsi alle caratteristiche dei giocatori e alle situazioni.

Analizzando la rosa della Salernitana, la difesa a 4 potrebbe essere imprescindibile. Molto però potrebbe cambiare dal centrocampo in su. Colantuono nelle ultime sfide prediletto un 4-3-2-1 con Verdi e Bonazzoli a supporto di Djuric. Uno schieramento facilmente trasformabile in un 4-3-1-2 con Bonazzoli e Djuric in avanti e Verdi a supporto. Occhio però a due giocatori che potrebbero dare esperienza e imprevidibilità. Il pensiero va ovviamente a Ribery e Perotti, il grande colpo del mercato di gennaio. Giocatori che potrebbero far pensare a un più offensivo 4-3-3 con una sola tra le due punte. Intoccabili sarebbero comunque in  mediana Coulibaly ed Ederson. Insomma, tutte idee e soluzioni che dovrebbero poi trovare riscontro, ma si può provare ad abbozzare una probabile formazione:

Salernitana (4-3-3): Sepe; Mazzocchi, Dragusin, Fazio, Ranieri; Coulibaly, Bohinen, Ederson; Perotti, Bonazzoli (Djuric), Ribery (Verdi).

LEGGI ANCHE: Rivoluzione Salernitana, non era mai successo ma la vittoria non arriva

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI