Napoli-Lazio 2-4: lo spareggio Champions del 2015

Napoli Lazio è una delle due partite di cartello di questo weekend: torniamo indietro nel tempo per una sfida molto importante tra queste due squadre.

La partita tra Napoli e Lazio promette molto bene. I padroni di casa dovrebbero essere i favoriti, ma le pesanti assenze di Anguissa e Osimhen rischiano di compromettere i piani di Spalletti per domenica sera e anche la stagione dei partenopei. D’altro canto, la squadra di Sarri vuole riscattarsi dopo la brutta sconfitta casalinga contro la Juventus, per non rischiare di perdere il treno per la Champions League.

Nonostante le partite tra queste due squadre abbiano sempre regalato grandi emozioni, è proprio uno spareggio Champions quello che vogliamo ricordare.

klose
Fonte Immagien: @simonebiancazzurro (Instagram)

Leggi anche | Juventus-Atalanta 3-1: l’addio di Alex Del Piero

Napoli Lazio, lo spareggio Champions

E’ il 31 maggio del 2015. Allo Stadio San Paolo di Napoli va in scena una vera e propria finale, che garantirebbe al vincitore l’accesso ai prossimi preliminari di Champions League. I padroni di casa hanno Rafa Benitez in panchina e il Pipita Higuain come punta e sono già stati eliminati ai preliminari nove mesi prima dall’Athletic Bilbao. I biancocelesti, invece, sono guidati da Stefano Pioli e trascinati dagli ultimi sprazzi di Klose.

Sono le stagioni di maggiori difficoltà delle milanesi (che, addirittura, arriveranno entrambe dietro alle due genovesi) e di conseguenza i posti per la massima competizione europea se li giocano la Roma, la Lazio e il Napoli, con la Juventus che fa un campionato a parte. Ad una giornata dalla fine la classifica vede la Roma già qualificata, la Lazio a 66 punti e il Napoli a 63, con lo scontro diretto in casa dei campani a cui serve una vittoria per ottenere il pass.

Al fischio d’inizio dell’arbitro Rocchi la tensione è altissima e, dopo una clamorosa occasione di Callejon, gli ospiti sembrano scappare via grazie alle reti di Parolo e Candreva. Nel secondo tempo, però, la musica cambia. il San Paolo inizia a caricare i suoi uomini e a spingerli versi una rimonta che sembra impossibile. E Higuain risponde presente.

Prima insacca comodamente una grande palla di Callejon, e poi segna un grande gol dopo aver irriso un difensore avversario. Il copione sembra scritto e anche il direttore di gara ne sembra consapevole: fischia un rigore molto dubbio su Maggio e dagli undici metri si presenta nuovamente l’attaccante argentino. Contro ogni pronostico, però, Higuain cestina l’opportunità, calciando altissimo il suo penalty.

Come se si fosse spento un interruttore, il pubblico smette di caricare e la squadra di spingere. Il risultato è che la Lazio riesce a difendersi negli ultimi minuti, prima di chiudere la partita grazie alle reti di Onazi e Klose, e a qualificarsi ai preliminari di Champions.

Quella partita segnò uno spartiacque per le due squadre, ma non come ci si poteva aspettare al fischio finale. La sconfitta causò la panchina a Rafa Benitez, che venne sostituito da Maurizio Sarri, mentre i biancocelesti subirono una pesante scoppola ai preliminari dal Bayer Leverkusen, prima di finire la stagione con un triste ottavo posto.

Napoli
Fonte: @terramia1926official (Instagram)

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI