Tutto sul Mura, la squadra che ha battuto il Tottenham

La serata di Conference League ha regalato un risultato a sorpresa, ovvero il successo del Mura ai danni del Tottenham: conosciamo meglio la formazione slovena

Un calcio che punta alla Superlega e quindi a tagliare fuori i pover per dare di più ai ricchi, ci sono ancora favole capaci di emozionare chi ha veramente il pallone nel cuore. Oltre allo Sheriff Tiraspol in Champions League, capace di tenere testa a Real Madrid e Inter e di chiudere il suo girone con un buon terzo posto, anche la Conference League ha regalato qualche protagonista a sorpresa. Su tutte il Mura, compagine slovena capace di battere per 2-1 il Tottenham appena passato ad Antonio Conte. Un’impresa storica, per un club piccolo e giovane.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nogometna šola Mura (@ns_mura)

La nascita e i primi passi

Difficile trovare una società più giovane del Mura nelle tre competizioni europee. Già, perché gli sloveni sono nati nel maggio del 2012 nella città di Murska Sobota. Si tratta di un club, il cui nome completo è Nogometna šola Mura, che eredita il ruolo di squadra cittadina dal Nogometno Društvo Mura 05 (club sciolto definitivamente nel 2013).

Leggi anche | Vitesse, primo avversario di Conte al Tottenham

Una squadra con piccole dimensioni e grandi sogni, che comincia la sua scalata innanzitutto del calcio sloveno. Il primo step importante lo compie al termine della stagione 2017/18, dato che il Mura vince il campionato di Serie B sloveno e si conquista con pieno merito la possibilità di partecipare alla massima serie per la prima volta nella sua storia. Un risultato incredibile, ma il meglio deve ancora arrivare.

Leggi anche | Conte e debiti: qual è il budget per il mercato del Tottenham

Il Mura scala il calcio sloveno: vittoria di coppa e campionato

Arrivato nella Serie A slovena, il Mura non vuole certo recitare il ruolo di vittima sacrificale. Il suo primo campionato di alto livello lo chiude al quarto posto, con annessa qualificazione all’Europa League. Il cammino europeo termina già dopo il primo turno (doppia sconfitta con il Maccabi Haifa), ma la stagione 2019/20 riserva alla squadra un’emozione inimmaginabile fino a qualche anno prima. Il Mura infatti si aggiudica la Coppa di Slovenia, battendo per 2-0 in finale il Nafta.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Il primo trofeo nella storia del club non sazia però la sua sete di successi. Nella stagione 2020/21, infatti, la compagine di Murska Sobota vuole fare ancora meglio e ci riesce, riuscendo a conquistare lo scudetto al termine di un duello all’ultimo sangue con il Maribor. Un’impresa che rimane negli annali, ottenuta da un club che – va ricordato – era nato solo 9 anni prima.

Leggi anche |  Conte al Tottenham: modulo, formazione e possibili acquisti

L’impresa con gli Spurs: Mura ‘underdog’ della Conference League

Con la vittoria del campionato, il Mura si conquista il diritto di accedere ai preliminari di Champions. Una competizione che si rivela troppo grande per gli sloveni, battuti al primo turno dal Ludogorets. Il cammino europeo va male anche in Europa League visto che, dopo il passaggio del turno contro lo Zalgiris, arriva l’eliminazione per mano dello Sturm Graz.

Leggi anche | Rangnick allenatore ad interim? Quando disse no al Chelsea

Il Mura disputa quindi la fase a gironi della Conference League, dove la musica non cambia. In 4 partite contro Vitesse, Tottenham e Rennes arrivano 0 punti e, in vista del secondo confronto con i londinesi, i pronostici sono tutti avversi. Il Mura però è abituato alle imprese e, con una prestazione di cuore e coraggio, batte per 2-1 i ben più quotati inglesi. Un altro tassello nella storia del club, agli inizi ma già ricca di soddisfazioni.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI