Mondiali 2022 chi è il calciatore più giovane in Qatar

Chi sarà il più giovane calciatore dei Mondiali 2022 tra quelli convocati dalle 32 squadre partecipanti alla manifestazione che si terrà in Qatar dal 20 novembre

Per una incredibile coincidenza compirà 18 anni, diventando quindi maggiorenne, proprio il primo giorno della manifestazione: il 20 novembre. Youssufa Moukoko è il calciatore più giovane ai Mondiali 2022 e pur essendo ancora molto giovane ha già racimolato diverse presenze con il Borussia Dortmund: una sessantina circa, segnando anche 11 gol. Infatti è alla terza stagione con la maglia giallonera, con cui aveva esordito il 21 novembre del 2020, quando aveva appena compiuto 16 anni. Curiosamente entrò in una partita contro l’Hertha Berlino sostituendo Haaland.

Un mostro di precocità, insomma, come del resto buona parte della rosa del Borussia Dortmund, in cui spiccano altri “ragazzini terribili”, tipo Bellingham e Reyna. Entrambi peraltro convocati per il Mondiale in Qatar, rispettivamente con Inghilterra e Stati Uniti. Moukoko vanta tutta una serie di record, comunque, con il Dortmund: ad esempio il calciatore più giovane ad essere mai sceso in campo in Bundesliga, oppure il più giovane a segnare un gol. Per non parlare della Champions League, dove è diventato il più giovane di sempre a esordire (ne abbiamo parlato).

In questi mesi comunque è esploso definitivamente, dopo la cessione di Haaland e il tumore che ha colpito Haller, il quale avrebbe dovuto ereditare la maglia da centravanti titolare dei gialloneri. In Bundesliga Moukoko ha già segnato 6 gol in 14 presenze, meglio che nelle ultime due stagioni messe assieme.

Chi è Youssufa Moukoko, il più giovane giocatore dei Mondiali di Qatar 2022

Nato in Camerun, ma residente in Germania (squadra che rappresenterà al Mondiale) da quando ha 10 anni, Youssufa Moukoko è solo l’ultimo baby-fenomeno che cerca gloria in una rassegna iridata. Il più giovane in assoluto ad aver mai partecipato a un Mondiale fu il nordirlandese Norman Whiteside, gettato nella mischia a Spagna 1982 quando aveva appena 17 anni, un mese e 10 giorni. Sembrava destinato a una grande carriera, ma gli infortuni lo costrinsero a un prematuro ritiro. Secondo posto per Samuel Eto’o, camerunese, che giocò il suo primo Mondiale a Francia ’98. A chiudere il podio, il nigeriano Femi Obapunmi: nel 2002 scese in campo contro l’Inghilterra ma di lì a pochi anni fu colpito da un glaucoma che lo rese cieco di un occhio, addirittura. Tutti questi tre erano ancora minorenni al momento del loro debutto in una Coppa del Mondo. A parte Eto’o, non è che avessero avuto molta fortuna. Vedremo adesso cosa succederà con Moukoko, di cui si dice davvero un gran bene, anche se non sembra che possa avere molto spazio con la Germania, viste le gerarchie.