HomeCuriositàMatt Damon: "La cosa più folle che ho visto è stata a...

Matt Damon: “La cosa più folle che ho visto è stata a una partita di calcio!”

Matt Damon è un famoso attore di Hollywood, ma anche un fan dello sport, tra cui pure del calcio. Proprio a una partita in Argentina ha vissuto un’esperienza molto interessante

Leggi anche | Chi sono i giovani sconosciuti degli Stati Uniti vincitori della Gold Cup

Negli ultimi anni pare che la passione per il calcio abbia ripreso a crescere negli Stati Uniti, e tra i tifosi vip figura da qualche tempo anche Matt Damon, celebre attore di Hollywood e appassionato di vari sport.

È stato proprio lui a confessare un’esperienza molto particolare vissuta in Argentina durante una partita, che ha descritto come “la cosa più folle che ho visto“. L’attore è stato intervistato nel programma Hot Ones, prodotto da YouTube, rivelando inoltre di essere un fan del Boca Juniors.

L’esperienza di Matt Damon in Argentina

Leggi anche | “I Am Zlatan”, il film di Ibrahimovic: pubblicato il trailer | VIDEO

Matt Damon si trovava in Argentina a passare il Natale assieme alla moglie Luciana Barroso, che è appunto argentina. Ricorda che erano 11 o 12 anni fa, e che si doveva giocare proprio in quei giorni una importante partita del Boca, di cui tutta la famiglia della moglie è tifosa: “Ho chiesto a suo zio: ‘Possiamo andare a vedere questa partita?’ – ha spiegato l’attore – e lui mi ha risposto serio: ‘Sì, ma senza donne nè bambini’. Io pensavo di portare anche i miei figli, ma quando arrivammo capii perché”.

“Dovemmo passare tre controlli della polizia, c’erano recinzioni con il filo spinato: una follia totale! C’era la polizia in assetto antisommossa. Dentro, la gente era seduta un po’ di qua e un po’ di là, ma nessuno stava in quelli che erano i posti migliori, perché era dove si poteva lanciare oggetti e colpirsi a vicenda!” ha raccontato.

Leggi anche | Calciatori diventati attori: da Pelé a Ibrahimovic

“Alla fine la nostra squadra ha vinto, e i tifosi avversari se ne stavano andando. Ho detto: ‘Andiamo’, ma siamo dovuti restare 45 minuti, perché bisognava dare tempo ai fan dell’altra squadra di lasciare il quartiere. Infatti, quando ci hanno fatto uscire, ci hanno tenuti in una specie di gabbia. Ho chiesto: ‘Cosa aspettiamo ora?’. E mi hanno detto che c’era bisogno di altri cinque minuti perché se ne andassero gli altri. È stato davvero pazzesco!”

Matt Damon e il calcio

Il sito argentino Infobae ha ricostruito che la partita doveva essere la finale del Torneo Apertura del 2008, in cui il Boca Juniors sconfisse il San Lorenzo e il Tigre in triangolare, dato che le squadre erano arrivate a pari punti.

Leggi anche | Il ritorno dei tifosi allo stadio negli Stati Uniti è finito con 5 arresti

Ad ogni modo, l’attore originario di Cambridge, nel Massachussets, è sempre stato abbastanza vicino al mondo del calcio. Negli anni passati, promuovendo la saga di Jason Bourne, di cui è protagonista dal 2002, ha incontrato varie volte giocatori e dirigenti di club di calcio europei, posando con le magliette di Atletico Madrid ed Everton.

I tifosi della Roma probabilmente se lo ricordano in occasione del suo 49° compleanno, nel 2019, quando posò con una maglia giallorossa personalizzata. Tra le sue passioni sportive c’è ovviamente anche quella per la squadra di basket dei Boston Celtics, di cui uno dei proprietari è l’ex-presidente della Roma James Pallotta.

Leggi anche | Ryan Reynolds acquista un club in Galles

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti