marcatori più anziani
Fonte Immagine: AC Milan (Instagram)

La doppietta di Ibrahimovic al Bologna, nella prima giornata di campionato, fa sorgere una domanda: chi sono i marcatori più anziani principali campionati europei?

CALCIATORI SVINCOLATI, LA LISTA DEI MIGLIORI SENZA CONTRATTO

Zlatan Ibrahimovic compirà 39 anni ad ottobre, ma sembra non risentire del peso dell’età, tanto da stupire anche il suo allenatore Stefano Pioli. Ora, potrebbe anche pensare di aggiungere un nuovo record al suo già ricco curriculum: diventare il più anziano marcatore della Serie A. Ma chi sono esattamente i detentori del record nei cinque principali campionati europei?

I GIOIELLI DELLA LIBERTADORES: QUANTI NOMI IN CHIAVE CALCIOMERCATO

Teddy Sheringham: il marcatore più anziano in Premier League

Una leggenda del calcio inglese degli anni Novanta, Sheringham è particolarmente apprezzato dai tifosi del Tottenham, dove ha giocato tra il 1992 e il 1997, e poi tra il 2001 e il 2004, segnando complessivamente 124 reti in 350 partite. Inoltre, è particolarmente famoso per la rete segnata nei minuti di recupero al Bayern Monaco nella finale di Champions League del 1999, quando vestiva la maglia del Manchester United, aprendo la clamorosa rimonta dei Red Devils.

5 TALENTI DELLA SERIE B DA SEGUIRE QUEST’ANNO IN SERIE A

View this post on Instagram

Davs 50 "Favorite Premiership Players 1992-2020" 24. Teddy Sheringham (Nottingham Forest,Spurs,Manchester United Portsmouth West Ham) Some players are blessed with pace or insane skills or the ability to land a ball on a penny but very very few are blessed with a footballing brain. Francesco Totti Paul Scholes Steven Gerard to name a few but for me Teddy Sheringham was the Albert Einstein of football his positional sense was amazing as evident by the fact he was still playing at the highest level past his 39th birthday. I was a huge fan of his short lived strike force team up with Jürgen Klinsmann at Spurs and was delighted to see him win all those Trophies at Manchester United but it was at International level where I first became a real Teddy fan watching him team up with another favorite Alan Shearer at Euro 96 was un-feckng real. #teddysheringham #nottinghamforest #tottenhamhotspur #manchesterunited #portsmouth #westhamunited #england #premierleague #footballinsanity83

A post shared by Football Insanity83 with Davin (@footballinsanity83) on

Nel 2004, a 38 anni, mentre tutti lo davano per finito, Sheringham scese in Championship per giocare con il West Ham, lo portò alla promozione in Premier League grazie a 20 gol in campionato, e poi nella massima serie ne mise a segno ancora 9 in due stagioni. Quando marcò l’ultimo, il giorno di Santo Stefano del 2006 al Portsmouth, aveva 40 anni, 8 mesi e 24 giorni.

Claudio Pizarro: il marcatore più anziano in Bundesliga

SAM LAMMERS, A SCUOLA DA VAN NISTELROOY

Il peruviano è stato uno degli attaccanti più iconici della Bundesliga degli ultimi vent’anni, giocando più volte alternativamente con le maglie di Werder Brema e Bayern Monaco, e chiudendo ben otto stagioni consecutive in doppia cifra in Europa, tra il 2000 e il 2007, prima di un breve e poco fortunato trasferimento al Chelsea.

La sua ultima rete in campionato è stata segnata il 18 maggio del 2019 con la maglia del Werder in casa del Lipsia, all’età di 40 anni, 7 mesi e 15 giorni. Nella scorsa stagione, Pizarro è sceso ancora in campo diverse volte con il club di Brema, segnando due gol, ma solo in Coppa di Germania, e a luglio ha infine annunciato il proprio ritiro.

Donato: il marcatore più anziano nella Liga

Brasiliano naturalizzato spagnolo – con 12 presenze e 3 gol nelle Furie Rosse – Donato Gama da Silva è stato una delle colonne del Super Deportivo La Coruña degli anni Novanta e dei primi Duemila, accanto a giocatori come Djalminha e Valeron. Mediano, poi arretrato a giocare difensore centrale, era arrivato nel 1993 dall’Atletico Madrid, e in Galizia riuscì a conquistare due Coppe di Spagna, tre Supercoppe e soprattutto lo storico campionato del 2000.

JACK REYNOLDS, L’INGLESE CHE INVENTÒ IL CALCIO TOTALE

I tifosi italiani ricordano quel Deportivo soprattutto per la clamorosa rimonta inflitta al Milan in Champions League nel marzo 2004, ma all’epoca Donato si era appena ritirato. Nel finale della stagione precedente, il 17 maggio 2003, aveva segnato la sua ultima rete nella sconfitta subita contro il Valencia: aveva 40 anni, 4 mesi e 17 giorni.

Alessandro Costacurta: il marcatore più anziano in Serie A

Chi invece c’era ai tempi di quella clamorosa rimonta era Billy Costacurta – titolare nella vittoria rossonera dell’andata, ma in panchina nel disastroso ritorno – oggi apprezzato opinionista di Sky ma in passato grande difensore e bandiera del Milan, dove ha trascorso quasi tutta la sua carriera, ad eccezione di un prestito al Monza nel 1986-87.

Costacurta non è mai stato famoso per le sue abilità realizzative – appena due reti tra tutte le nazionali, e tre coi club, tutte in Serie A – per cui sorprende molto che il record del più anziano marcatore del campionato italiano sia proprio suo: aveva 41 anni e 25 giorni, il 19 maggio 2007, quando batté Morgan De Sanctis dell’Udinese, superando il precedente record di Silvio Piola, che resisteva addirittura da un Novara-Milan del 1954!

HELLAS VERONA-ROMA, PERCHÈ È ARRIVATA LA SCONFITTA A TAVOLINO

Benjamin Nivet: il marcatore più anziano in Ligue 1

Il record tra i marcatori più anziani dei massimi campionati europei spetta al meno noto: francese, Nivet è cresciuto con Patrick Vieira, ma poi la sua carriera ha avuto uno sviluppo ben diverso, e questo centrocampista originario della Valle della Loira si è affermato come un maestro del calcio di provincia, ottenendo quattro promozioni in Ligue 1 e subendo ben sette retrocessioni.

La maggior parte della sua vita da sportivo l’ha trascorso al Troyes, dal 2002 al 2007 e poi dal 2012 al 2019, con in mezzo una importante parentesi in un altro piccolo club, il Caen. Ha sempre avuto un certo fiuto per il gol – cinque stagioni in doppia cifra, di cui una in Ligue 1, nel 2012-13 – e il 28 aprile 2018 ha messo a segno la sua ultima rete nel massimo campionato, proprio al Caen: 41 anni, 3 mesi e 26 giorni, la sua età. Purtroppo, a fine stagione il suo Troyes è arrivato penultimo ed è retrocesso in seconda divisione.

NELSON SEMEDO AL WOLVERHAMPTON, L’ENNESIMO COLPO PORTOGHESE DI MENDES

I marcatori più anziani nelle coppe europee

Non sarà in questa stagione che Ibrahimovic riuscirà a imporsi sui marcatori più anziani dell’Europa League: il record è al momento detenuto dal norvegese Daniel Berg Hestad, che il 5 novembre 2015 – all’età di 40 anni, 3 mesi e 6 giorni – fu decisivo nella sorprendente vittoria del Molde al Celtic Park di Glasgow.

È norvegese anche il detentore dello stesso titolo in Champions League: si tratta dell’attaccante Willy Olsen del Fredrikstad, in gol a 39 anni, 7 mesi e 6 giorni nella vittoria dei suoi sull’Ajax, nel lontano 31 agosto 1960. Se invece ci vogliamo limitare solo alla moderna Champions League, il bomber più anziano è ovviamente Francesco Totti: aveva 38 anni, 1 mese e 29 giorni al momento della rete segnata il 25 novembre 2014 al CSKA Mosca.