HomeCalciomercatoAgoumé e l’Inter: regista del futuro o plusvalenza?

Agoumé e l’Inter: regista del futuro o plusvalenza?

Il centrocampista dell’Inter Agoumé è molto corteggiato a livello europeo: i nerazzurri, che credono in questo ragazzo per il futuro, stanno valutando il da farsi

Inter con centrata sul campionato, ma con le prime sirene di mercato che già si accendono. Con la vittoria nel derby, i nerazzurri hanno fatto salire a 4 i punti di vantaggio sul Milan secondo in classifica. Una distanza che, unita all’assenza di impegni nelle coppe, autorizza a pensare alla squadra di Conte come la favorita assoluta per la vittoria dello scudetto.

LEGGI ANCHE: Champions League, dove vedere le partite di stasera in tv

Oltre a mettere tutte le energie nel campionato, la società nerazzurra deve anche cominciare a pensare a delle trattative che potrebbero avere luogo nel mercato estivo. Un nome caldo è quello di Lucien Agoumé, centrocampista classe 2002 attualmente in prestito allo Spezia. Il talento francese, che in Liguria sta confermando quanto fatto vedere al Sochaux, è finito nel mirino del Bayern Monaco. Una pretendente importante, che potrebbe far vacillare il futuro nerazzurro di questo ragazzo.

Agoumé
Fonte: @ol_guerriers (Instagram)

Bayern su Agoumé, l’Inter fa muro

LEGGI ANCHE: Monte ingaggi Inter: gli stipendi nerazzurri 2020/2021

Secondo quanto emerso negli ultimi giorni il club bavarese è fortemente interessato ad Agoumé, anche se per il momento non ha ancora presentato offerte. Questo corteggiamento non ha lasciato certo l’Inter indifferente, soprattutto sul piano della risposta da dare ai tedeschi. I nerazzurri puntano molto su Agoumé e, proprio per farlo giocare con maggiore continuità, lo hanno girato in prestito allo Spezia dopo un’annata con ben poche presenze.

LEGGI ANCHE: Conte ha capito (finalmente) come ottimizzare la sua Inter

L’intenzione dei nerazzurri è di fare del francese prima l’alternativa e poi il sostituto di Brozovic, puntando sulle sue ottime qualità tecniche e sulla sua incredibile visione di gioco. Per questo ha stipulato con il ragazzo un contratto fino al 2023, a conferma di quanto creda in lui per il futuro. L’arrivo del Bayern Monaco potrebbe cambiare le carte in tavola, ma dalle parti di Milano intendono far partire il giocatore per  non meno di 15 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

Nell’estate del 2019 l’Inter ha versato 4,5 milioni di euro (più ricchi bonus) nelle casse del Sochaux e non intende privarsi per una cifra irrisoria di un talento su cui punta molto per i prossimi anni. Inoltre, il lungo contratto che lega club e giocatore mette al sicuro i nerazzurri dal rischio di perderlo a costo zero nel giro di poco tempo.

LEGGI ANCHE: a che punto è il Milan con il rinnovo di Donanrumma

Regista del futuro o plusvalenza? I pro di entrambe le soluzioni

L’Inter attende quindi una risposta dal Bayern Monaco per Agoumé che, se dovesse presentare un’offerta adeguata, metterebbe i nerazzurri di fronte ad un bivio: puntare sul giocatore rinunciando ad una ricca offerte oppure realizzare un’importante plusvalenza. Entrambe le soluzioni sono interessanti, ma per motivi diversi. Visto che il momento per il club di Milano non è dei migliori sul piano economico, trovarsi già in casa un talento che può emergere nei prossimi anni è certamente una possibilità interessante.

LEGGI ANCHE: Il focolaio Covid-19 al Torino, spiegato bene

Guardando l’altra faccia della medaglia, invece, è importante sottolineare quanto i nerazzurri abbiano bisogno di monetizzare su determinati giocatori per poter investire sul mercato. L’eventuale offerta di 15 milioni da parte del Bayern Monaco garantirebbe alla società di Suning un’importante plusvalenza, oltretutto senza provarsi di un giocatore attualmente importante per la prima squadra. Sarà il tempo a dire se il futuro di Agoumé sarà a tinte nerazzurre o meno.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti