Lucas Moura contro Nuno: la polemica contro il manager

Lucas Moura si è sfogato dopo la disfatta del Tottenham contro l’Arsenal, scagliandosi contro lo stile rinunciatario dell’allenatore

“La responsabilità di questa sconfitta è mia: ho preso troppe decisioni sbagliate”. L’ammenda, a pochi minuti dal fischio finale di Arsenal-Tottenham, porta volto e voce di Nuno Espirito Santo, manager degli Spurs usciti con le ossa rotte da un North London Derby letteralmente dominato dai Gunners.

LEGGI ANCHE: Kessie al Tottenham, cosa c’è di vero

Mentre l’Arsenal dilagava nel primo per poi controllare il match nel secondo tempo, il Tottenham sprofondava senza una minima idea di gioco, nonostante l’intera rosa disponibile. La sconfitta ha quindi scatenato domande sulla gestione Nuno, e non solo per la critica che, il mattino successivo, ha massacrato la squadra.

debiti squadre superlega
Fonte: @spursofficial
(Instagram)

Lucas Moura contro Nuno: le parole del brasiliano

“Perdere così fa male, sappiamo di aver fatto uno sgarbo ai nostri tifosi: ora – ha detto Lucas Moura – è il momento di lavorare, non di parlare”. All’attaccante brasiliano non è però andata giù l’attitudine mostrata dalla squadra durante il match, né tanto meno le decisioni prese dal manager.

LEGGI ANCHE: Premier League 2021/2022: risultati e classifica

“Loro hanno approfittato dei nostri errori – ha aggiunto – ma noi non abbiamo giocato. Non abbiamo mai fatto ciò che dovevamo fare, la palla l’avevano sempre loro”. E questo, secondo Moura, non va bene, perché il Tottenham “ha qualità per fare la partita, per essere più aggressivo e per non giocare tutte queste palle lunghe“.

LEGGI ANCHE: Nuno Espirito Santo al Tottenham: come gioca, modulo e probabile formazione

Il momento però non sembra propizio per fare voli pindarici: “Dobbiamo capire cosa non va – ha chiosato Moura – perché il campionato lo abbiamo cominciato bene. Poi è successo qualcosa, quindi adesso lavoreremo per risolvere i problemi”.

kane son tottenham
Fonte: @spursofficial (Instagram)

Tottenham, un inizio in chiaroscuro

Il Tottenham, che in estate ha affidato la panchina a Nuno Espirito Santo, è la seconda squadra della Premier League ad aver perso tre partite consecutive dopo aver vinto le prime tre. L’esordio incoraggiante con vittoria sul Manchester City, seguito dai successi contro Wolverhampton e Watford, aveva illuso i tifosi.

Poi però è arrivato il disastro in casa del Crystal Palace, con un 3-0 senza appello, prima della doppia sconfitta nei derby contro Chelsea e Arsenal. Nuno intanto non se la sta passando benissimo, accusato di non aver dato un gioco alla squadra e pungolato a ogni sconfitta.

LEGGI ANCHE: Contromisure alla Superlega: il piano della Premier League

Il momento è complicato, soprattutto se si considera la stagione anonima dalla quale la squadra proviene, finita con un settimo posto e la magra consolazione di una qualificazione in Conference League.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!