HomeCalcio EsteroTeun Koopmeiners, 5 curiosità sul centrocampista dell'AZ

Teun Koopmeiners, 5 curiosità sul centrocampista dell’AZ

Tra i centrocampisti olandesi più interessanti in circolazione, Teun Koopmeiners piace molto in Italia: ecco 5 curiosità per conoscere meglio il centrocampista dell’AZ

Teun Koopmeiners è uno dei nomi più chiacchierati del calcio olandese in chiave mercato. Il centrocampista dell’AZ Alkmaar piace molto all’estero e arriva da due stagioni molto più che positive, terminate non solo evidenziando una duttilità tattica rara, ma anche mettendo insieme numeri interessanti.

LEGGI ANCHE: Tutti i convocati delle nazionali di Euro 2021

Nelle ultime settimane Koopmeiners è stato accostato prima al Napoli e poi al Milan, alla Roma e all’Atalanta. Per entrambe, quello dell’olandese sarebbe un innesto davvero importante, visto che si parla non solo di un profilo pronto per l’immediato ma anche di un centrocampista con ampi margini di miglioramento. In attesa di capire se arriverà in Serie A, abbiamo raccolto alcune curiosità su di lui.

Koopmeiners, il nuovo van Bommel

In Olanda paragonano il modo di stare in campo di Teun Koopmeiners a quello di Marc van Bommel, centrocampista ex PSV che al Milan conoscono molto bene visto che ha fatto parte della squadra in un periodo storico-sportivo molto positivo.

LEGGI ANCHE: Convocati Italia Europei 2021: i 26 scelti da Roberto Mancini

Effettivamente, l’olandese dell’AZ ha già dimostrato intelligenza tattica e capacità di adattarsi a diverse soluzioni tattiche, disimpegnandosi molto bene anche nel ruolo di centrale difensivo e in impostazione.

LEGGI ANCHE: Calendario Europei 2021: calendario, date, partite e gironi

L’incontro con van den Broom

Decisivo, in tal senso, è stato l’incontro con il tecnico John van den Broom, che ha capito le sue qualità incanalandole in campo e cucendo attorno alla figura di Koopmeiners quella di leader tecnico della squadra.

LEGGI ANCHE: Stadi Europei 2021: tutti gli impianti del torneo

Il suo nome viene fatto relativamente poco perché nell’AZ spiccano maggiormente gli attaccanti come Boadu e Stengs, ma sui taccuini degli osservatori il nome del classe 1998 – già titolare della varie rappresentative nazionali locali – ci è finito da molto tempo.

Rimpianto Ajax

Koopmeiners è nato a Castricum, nel nord del paese, ma da bambino gli scout dell’Ajax segnalarono più volte il suo nome ai Lancieri. Quando i dirigenti della squadra della capitale si decisero ad affondare il colpo, avanzando un’offerta all’intera famiglia, Koopmeiners era già dell’AZ.

LEGGI ANCHE: Rigoristi Europei 2021: gli specialisti di ogni Nazionale

Ad Alkmaar è arrivato da ragazzino e ha così esordito molto giovane in prima squadra, testimoniando come negli ultimi anni il lavoro sui giovani, dalle parti della società biancorossa, stia decisamente pagando. La sua partenza porterà infatti una plusvalenza da capogiro.

LEGGI ANCHE: Quali sono i calciatori più giovani degli Europei 2021

Rigorista

Koopmeiners è anche il rigorista dell’AZ. Pur essendo un mediano, infatti, il 23enne olandese è dotato di un ottimo tiro, pulito e preciso. Batte dagli undici metri con freddezza e naturalezza, oltre ovviamente a togliersi anche qualche sfizio con tiri da piazzato e dalla media-lunga distanza. In stagione ha segnato 16 gol.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Teun Koopmeiners (@teunkoopmeiners)

La nazionale

Dopo aver giocato in tutte le rappresentative giovanili olandesi, Koopmeiners nel 2020 avrebbe dovuto fare il suo esordio con l’Olanda dei grandi, ma il suo debutto fu rinviato dopo la sospensione delle partite causa pandemia. Il suo primo gettone, quindi, lo ha quindi messo a ottobre, nell’amichevole contro il Messico.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti