La Juventus può ancora vincere lo scudetto?

Quante possibilità ha la Juventus di vincere lo scudetto quest’anno? Tra gli arrivi dal mercato e la caduta dell’Inter nel derby, facciamo qualche conto.

Torna in campo la Serie A, dopo la pausa delle Nazionali e il finale di calciomercato, con la Juventus che oggi sarà in campo alle 20.45 contro il Verona. Dopo gli arrivi di Vlahovic e Zakaria e alcune importanti uscite per alleggerire il bilancio, i bianconeri puntano con decisione il quarto posto e la qualificazione alla prossima Champions League, ma c’è chi pensa potrebbero anche ambire a qualcosa di più.

La sconfitta di ieri nel derby ha rivelato che l’Inter non è imbattibile, e riacceso le speranze di alcuni tifosi bianconeri (e i timori di quelli interisti) che la Juve possa riuscire addirittura a tornare in lotta per lo scudetto. Un’impresa tutt’altro che semplice, anche se non impossibile, che richiederebbe alcune circostanze favorevoli.

LEGGI ANCHE: Quanti gol può fare Vlahovic alla Juventus?

Cosa serve alla Juventus per vincere lo scudetto

La Juventus ha disputato fin qui 23 partite di campionato, più o meno come la maggior parte delle sue rivali di alta classifica, anche se il Milan, con il derby di sabato, è già a 24 (virtualmente a +10 sui bianconeri), mentre Atalanta e Inter (rispettivamente a +1 e +11) ne hanno una da recuperare.

Alla squadra di Allegri mancano 15 partite alla fine del campionato, considerando anche quella di stasera col Verona: in ballo ci sono quindi 45 punti. Il che significa che, al massimo, i bianconeri potrebbero arrivare a quota 87 punti a fine torneo, vincendo tutte le partite: si tratterebbe di fare poco più dei punti conquistati fin qui, cosa chiaramente non facile anche con Vlahovic in attacco.

Ma volendo considerare il miglior scenario possibile, la Juventus chiuderebbe appunto a 87 punti: una quota alta, ma statisticamente inferiore a quella con cui mediamente è stato vinto il campionato di Serie A nelle ultime dieci occasioni, che ammonta invece a 90 punti. Negli ultimi tempi, infatti, solo in quattro occasioni su dieci 87 punti sono bastati a vincere lo scudetto: la Juve di Sarri nel 2019-20, la prima Juve di Allegri nel 2014-15, e poi sempre i bianconeri con Conte nei suoi primi due scudetti (2011-12 e 2012-13).

Secondo l’andamento delle ultime stagioni, è più facile che, vincendo tutte le partite, la Juventus possa arrivare fino al secondo posto, dato che in questo periodo solo il Napoli di Sarri del 2017-18 centrò questa posizione con un punteggio più alto (91 punti). Ma, appunto, i ragazzi di Allegri dovrebbero fare 3 punti in tutte le 15 partite da qui alla fine della Serie A, comrpesi gli scontri diretti con Atalanta e Inter e il derby col Torino.

LEGGI ANCHE: Vlahovic è al livello di Haaland e Mbappé, come dice Allegri?

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI