Infortunio Fares, notizie pessime per il Torino

Nuovo infortunio per Fares, appena acquistato dal Torino in questa sessione di mercato di gennaio. E le notizie non sono positive.

Sfortuna. Non può davvero essere descritto così quanto vissuto da Momo Fares negli ultimi due anni. E per lui l’incubo sembra essere senza fine. Il giocatore, appena passato al Torino, via Lazio, dopo una prima parte di stagione al Genoa tutt’altro che positiva, è di nuovo finito ai box. E le notizie per lui sono state tutt’altro che positive. Giusto entrare nel dettaglio e nello specifico.

LEGGI ANCHE: Appena acquistato e già pronto al debutto: chi è il nuovo terzino del Genoa

Infortunio Fares, per l’algerino un incubo senza fine

Infatti la diagnosi lascia poco spazio a immaginazioni, interpretazioni e speranze. Il giocatore, in un contrasto nella partitella di allenamento, si è rotto il crociato del ginocchio destro. La sua avventura con la maglia del Toro, finisce ancor prima di iniziare, quantomeno per il momento.

Infatti, nonostante i tempi di recupero siano ovviamente da valutare e da capire, la stagione per lui sembra essere finita. D’altronde lui stesso conosce molto bene la gravità dell’infortunio. In Italia dal 2014, in maglia Spal si era rotto il crociato dell’altra gamba. Uno stop che l’ha costretto a stare lontano dai campi per quasi un anno. Era l’estate del 2019, dopo un’ottima stagione in Serie A con la maglia degli emiliani, quando è arrivato questo duro colpo.

Tra l’altro, nel corso della carriera, Fares ha dovuto fare i conti anche con altri infortuni gravi come la rottura di tibia e perone nell’estate 2015, quando vestiva la maglia del Verona, e con diversi problemi muscolari, come l’ultimo accusato in questa prima parte di stagione al Genoa tra ottobre e dicembre. Adesso, purtroppo, la nuova rottura del crociato. E persino la sua avventura alla Lazio è stato condizionato da un recupero forse non perfetto. Un autentico calvario che, a 25 anni, rende la sua carriera un insieme di occasioni perse, per colpe ovviamente non sue.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI