Infortunio Dimarco: quando rientra e tempi di recupero

Un infortunio a dir poco particolare quello di Dimarco, fattosi male nell’allenamento in quel del Dall’Ara: ma quando rientra?

Quel che accaduto ieri allo stadio Dall’Ara può essere definito grottesco, particolare e forse addirittura un qualcosa di tragicomico. Bologna-Inter non è andata in scena per le note vicende legate al Covid-19, con la squadra felsinea bloccata dall’Asl e che non si è presentata in campo.

Eppure i nerazzurri sono scesi sul terreno di gioco e hanno svolto il regolare riscaldamento prepartita, con tanto di partitella. Ed è qui che è c’è stato un duro scontro tra Dumfries e Dimarco. E a farne le spese è stato proprio quest’ultimo. Ma qual è l’entità dell’infortunio? Giusto entrare nel dettaglio e nello specifico.

LEGGI ANCHE: Inter, l’opzione in difesa che piace alla società

Infortunio Dimarco, condizioni non preoccupanti?

Ovviamente ci sono stati attimi di paura e di panico, con l’ex Verona che è rimasto a terra per qualche minuto e ha fatto pensare tutti al peggio. Lo staff sanitario e i tifosi meneghini hanno temuto un lungo stop, pensando a quelli che sono i prossimi impegni. In realtà però il terzino, dopo l’intervento dei medici, ha ripreso a correre regolarmente e senza particolari problemi.

Le sue condizioni quindi non sembrano preoccupare particolarmente, anche se il tutto dovrà essere valutato con maggiore attenzione nelle sedute di allenamento di questi giorni, in particolare già da oggi. Si attendono dunque ulteriori informazioni da Appiano Gentile

Però si può tranquillamente dire che, a meno di clamorosi colpi di scena e inattese complicazioni, l’esterno sinistro non sembra per nulla essere in dubbio per il match contro la Lazio, in programma domenica sera allo stadio San Siro alle ore 20:45 e valido per la 21esima giornata di Serie A. Un episodio un po’ particolare e, come detto, grottesco, ma che, allo stesso tempo, dimostra la voglia, l’intensità, la determinazione che i giocatori dell’Inter ci mettono anche in un normale e semplice riscaldamento.

Ora però si può tirare un sospiro di sollievo e pensare ai prossimi impegni. C’è un primato in classifica da difendere e per di più Simone Inzaghi domenica affronterà il suo passato, cercando la rivincita dopo la sconfitta dell’andata, l’unica subito dai nerazzurri in campionato.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI