Inter, l’opzione in difesa che piace alla società

Ginter è l’obiettivo numero uno per rinforzare la difesa delll’Inter. Ma perché il giocatore può davvero rappresentare il colpo?

Si guarda anche al futuro. Può davvero essere riassunto così ciò che molto spesso accade nel mercato di gennaio. Infatti sono tante le squadra che, durante la sessione invernale, iniziano a pianificare già la prossima stagione. Questo è, per esempio, il caso dell’Inter. Il nome caldo in casa nerazzurra è senza alcun dubbio quello di Ginter.

LEGGI ANCHE: Lukaku infelice vuole tornare all’Inter? No, ecco cos’ha detto veramente il belga

Ginter Inter, come può inserirsi negli schemi nerazzurri? Le sue caratteristiche

L’affare potrebbe chiudersi a parametro zero già in questi giorni o comunque in questo mese. Il tedesco infatti andrà in scadenza il prossimo giugno e avrebbe già fatto sapere al Borussia Moenchengladbach di non aver alcun intenzione di rinnovare il suo contratto. Insomma, il difensore potrebbe già accordarsi con un’altra squadra e, per strappare il suo sì, significherebbe e basterebbe accordarsi solo con il giocatore.

L’attenzione quindi non può non postarsi su quelle che sono le caratteristiche tecniche e tattiche del  teutonico, che potrebbe quindi andare a rafforzare il reparto arretrato a disposizione di Simone Inzaghi. Tenendo conto che quest’ultimo ha dimostrato, in più di un’occasione, di saper tirare fuori il meglio dai suoi giocatori, il centrale ha dimostrato in più di un’occasione le sue qualità e tutto il suo valore.

Cresciuto nelle giovanili del Friburgo, è sempre stata la sua abilità nel gioco aereo la principale peculiarità. Il vero marchio di fabbrica è però la sua duttilità. Ginter infatti può giocare a centrocampo, oltre a poter occupare qualsiasi posizione difensiva nel 3-5-2 inzaghiano. Per di più, nella sua esperienza al Borussia Dortmund, ha dimostrato di saper fare anche il terzino, sfornando tra l’altro 10 assist e 4 gol. Insomma, un vero e proprio jolly.

Ginter stipendio

E lo stipendio? Ginter, numeri alla mano, potrebbe inserirsi alla perfezione tra i top player della squadra meneghina. Infatti il suo ingaggio al Borussia e di circa tre milioni. Cifre che potrebbe percepire anche in nerazzurro, magari con un ritocco verso l’altro. Il pensiero va ai 3,8 milioni di euro di Stefan de Vrij.

Una corsia preferenziale tra l’altro può essere rappresentata dal fatto che il procuratore è Gordon Stipic, lo stesso di Calhanoglu. Insomma, un aspetto che può senza alcun dubbio favorire un accordo dal punto di vista economico, che, va detto non appare comunque un ostacolo insormontabile. E la difesa dell’Inter può davvero, dalla prossima stagione, parlare tedesco. Si attende solo la fumata bianca.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI