HomeCalcio EsteroLo scarto della Roma torna in Europa: il Marsiglia si rinforza con...

Lo scarto della Roma torna in Europa: il Marsiglia si rinforza con Gerson

Il Marsiglia ha ufficializzato il primo acquisto per la prossima stagione: si tratta dell’ex romanista Gerson, preso per 25 milioni dal Flamengo

Quando la Roma lo acquistò giovanissimo con un blitz di Walter Sabatini, Gerson arrivò in Italia come talento dalle grandi speranze, di quelli che avrebbero potuto fare grandi cose. Oggi, a cinque anni di distanza, il centrocampista brasiliano torna in Europa dalla porta principale, firmando con il Marsiglia.

LEGGI ANCHE: Storie degli Europei: il record di Berti Vogts

Di acqua sotto i ponti ne è passata veramente tanta, perché nel frattempo – mentre la Roma negli anni ha provato a piazzare Gerson ovunque – il classe 1997 originario di Rio de Janeiro ha vinto tutto con la maglia del Flamengo, gli odiati rivali del suo Fluminense, club che lo lanciò ancora minorenne nel calcio che conta.

L’umiltà di tornare indietro

Il percorso tra Sudamerica ed Europa è ormai usuale per centinaia di calciatori, più difficile vedere qualche ragazzo che, seppur giovane, decide di fare un passo indietro per rimettersi in discussione. Gerson lo ha fatto, accettando nel 2019 la chiamata del Flamengo che, in quel momento, metteva sul piatto quasi 12 milioni di euro, una cifra che alla Roma faceva parecchia gola.

LEGGI ANCHE: Convocati Italia Europei 2021: i 26 scelti da Roberto Mancini

Di offerte, come raccontò lui stesso in un’intervista qualche tempo dopo, d’altronde ce n’erano poche e tutte in posti esotici o campionati minori. Così Gerson ha scelto di tornare in Brasile, nella sua città, implementandosi a una squadra già molto forte che, di lì a poco, con il suo contributo decisivo vincerà sia il campionato che la Copa Libertadores.

Una rinascita tattica

Ma in che ruolo gioca Gerson? Questa domanda se la sono fatta in tanti, soprattutto tra i tifosi della Roma che, quando lo vedevano in campo, si chiedevano come fosse spendibile un profilo come il suo, dall’andatura lenta e dinoccolata, travolto molto spesso dai ritmi alti del calcio europeo. E, in tal senso, anche la parentesi alla Fiorentina non ha funzionato.

LEGGI ANCHE: Stadi Europei 2021: tutti gli impianti del torneo

Infatti, quando è stato il momento di sedersi al tavolo per trattarne il riscatto, Daniele Pradè ha stretto la mano alla sua ex società e detto ‘no, grazie’, per ovvi motivi. In Brasile, Gerson è cresciuto molto dal punto di vista tattico, andando così a mitigare i propri difetti riuscendo a supplire alla mancanza di reattività anticipando giocate e interventi, oltre che sprecando molti meno palloni.

LEGGI ANCHE: Calendario Europei 2021: calendario, date, partite e gironi

Per questo motivo Jorge Sampaoli si è invaghito di lui: il Marsiglia, come si è ben visto nella seconda parte di stagione, ha bisogno di un centrocampista che possa interpretare più ruoli davanti alla difesa, in grado di ripulire palloni e fare da schermo aiutando l’intera fase di non possesso. A 24 anni, Gerson ha finalmente la possibilità di tracciare una linea netta col passato, ricominciando quasi da zero.

Gerson al Marsiglia, una scommessa costosa

Sampaoli ha chiesto al neopresidente Longoria uno sforzo ed è stato accontentato: per Gerson, il Marsiglia pagherà 25 milioni di euro complessivi, il 10% dei quali finiranno dritti dritti nelle casse della Roma per via di una clausola precedentemente pattuita tra i giallorossi e il Flamengo.

LEGGI ANCHE: Le guide ai gironi degli Europei 2021: squadre, calendario e partite

La Ligue 1 e l’Europa League diventeranno così una vetrina importante per il brasiliano, bravo con lavoro e impegno a riguadagnarsi il calcio che conta. Dopo la Copa America firmerà un contratto quinquennale: Marsiglia e Sampaoli lo aspettano a braccia aperte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gerson Santos (@gersonsantoss)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti