Gasperini deferito dal procuratore antidoping: cosa è successo

Problemi in vista per Gasperini: il procuratore antidoping ha chiesto una squalifica di 20 giorni per il tecnico bergamasco.

L’Atalanta viaggia a vele spiegate verso una nuova qualificazione in Champions, continuando a inanellare successi dopo successi. Per ultimo quello in trasferta a Firenze di domenica sera, ottenuto grazie al rigore decisivo di Josip Ilicic. Ora però per la dea arrivano dei problema extra campo, visto che il procuratore antidoping ha richiesto una squalifica di 20 giorni per il tecnico.

atalanta gasperini
Fonte: atalanta.it

Squalifica Gasperini: cosa è successo

Ha insultato un ispettore durante un controllo a sorpresa e inveito contro l’intero sistema antidoping, interrompendo un test in corso su un calciatore dell’Atalanta e obbligando il giocatore ad andare ad allenarsi. Questa l’accusa mossa da Pierfilippo Laviani, procuratore antidoping, che ha deferito il tecnico, chiedendo una squalifica di 20 giorni per Gasperini.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Roma-Ajax

Il tecnico è stato quindi accusato di aver interrotto, senza motivo, il suddetto controllo e di aver insultato l’ispettore antidoping Nado Italia, violando l’articolo 3 comma 3 del codice nazionale antidoping. L’episodio risale al 7 febbraio 2021, Laviani ha proposto un patteggiamento a Gasperini, proponendo una riduzione della squalifica a 10 giorni totali, ma il tecnico ha rigettato il patteggiamento.

Ci sarà dunque bisogno di un’udienza, che si terrà il prossimo 10 maggio, per attendere il responso definitivo. Gasperini rischia di dover restare lontano dalla propria squadra per 20 giorni, saltando impegni importanti.

Squalifica Gasperini: i match che potrebbe saltare

Qualora la squalifica venisse resa effettiva, Gasperini dovrà assistere da lontano agli ultimi sforzi della sua squadra, impegnata nella lotta alla qualificazione per la prossima Champions e finalista di Coppa Italia. Il tecnico infatti, per tutta la durata della squalifica, non potrà avere contatti con i propri tesserati.

LEGGI ANCHE: Barcellona club più importante al mondo: superato il Real Madrid

Nei 20 giorni che seguono il 10 maggio, l’Atalanta dovrà affrontare il Benevento in casa, il Genoa fuori e poi i due delicatissimi match contro Juventus e Milan. La finale di Coppa Italia contro i bianconeri, in programma il 19 maggio, e l’ultima di campionato in casa contro i rossoneri, match che potrebbero essere importantissimo per la lotta Champions.

L’Atalanta quindi aspetta novità se potrà contare sul proprio tecnico per il delicatissimo finale di stagione.