Perché Benzema può vincere il Pallone d’Oro

Karim Benzema è ormai parte dell’Olimpo Madrileno. Dopo aver segnato il gol numero 290 con la maglia dei blancos, ora punta al Pallone d’Oro.

Argomento obbligatorio a poco più di un mese dalla consegna, il Pallone d’Oro è in questa stagione al centro di un vero e proprio tornado di dichiarazioni e candidature. 

Un po’ a causa della ravvicinata cadenza di Europei, Copa America e Nations League e un po’ per la mancata affermazione assoluta di uno fra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, molti nomi – tra cui quello di Karim Benzema – sono venuti a galla negli ultimi mesi. 

Leggi anche | Pallone d’Oro: come funziona e come viene assegnato

Benzema e il Pallone d’Oro 

C’è stato Jorginho nel corso dell’estate, perché grazie alla vittoria in Champions League e all’accoppiata super coppa europea ed europei si era dimostrato a livello di titoli il candidato principale. Poi era tornato in auge Leo Messi, che prima dell’approdo a Parigi aveva trascinato il Barcellona decadente dell’ultima stagione per poi vincere la Copa America con la sua Argentina. 

Nelle ultime settimane però, coincidenti con l’inizio della nuova stagione, è il nome di Karim Benzema a farsi più sonoramente presente alla platea del calcio internazionale. 

11 gol e 8 assist nelle 11 partite di inizio stagione – di cui 9 in Liga che ne certificano il primo posto tra i marcatori europei con Lewandowski e Haaland – non rendono l’idea di come il capitano del Real Madrid stia dominando la scena offensiva del continente europeo. 

Leggi anche | Candidati Pallone d’Oro 2021: la lista completa 

Titolare nel Real Madrid dal lontano 2009, Karim Benzema ha ritrovato verve e centralità nel progetto offensivo dall’addio di Cristiano Ronaldo: aveva sempre segnato tanto, ma gli 87 gol segnati nelle ultime tre stagioni hanno infranto qualsiasi record precedente, portandolo a quota 290 gol con la maglia del Real Madrid. 

Quarto marcatore della storia del club – a pari con Santillana e dietro solo a leggende come Di Stefano, Raul e Ronaldo – Karim Benzema si è ripreso il Real Madrid strappandolo all’asso portoghese partito in direzione Torino ormai quattro stagioni fa. 

Da allora il nove ha ritrovato sé stesso, prendendosi sulle spalle la responsabilità di condurre il Real Madrid in un’epoca di transizione. 

Benzema vs Belgio
Fonte immagine: profilo Ig @Benzema

Perché il Pallone d’Oro? 

Ma non sono solamente i numeri a dettare la candidatura di Benzema sulla bocca di protagonisti del calcio internazionale come il Presidente Aulas o Ronaldo il fenomeno. 

“Senza dubbio, il mio candidato per il Pallone d’Oro è Benzema. Il miglior attaccante, ad altissimo livello da dieci anni e campione sopra ogni cosa. Non credete?” Ronaldo

“Karim può legittimamente puntare alla vittoria del Pallone d’Oro. Ha saputo rimanere costante. Non vedo giocatori che potrebbero competere con lui nel ruolo di attaccante. Tornato in Francia, ha segnato gol importanti, soprattutto nella finale di Nations League. Sono più che un sostenitore del suo diritto di vincere il Premio. Deve vincerlo lui”. Aulas a Night System su OL TV. 

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE 

Ad anticipare tali dichiarazioni infatti, troviamo il ritorno in pompa magna di Benzema nella Francia campione del mondo. Il centravanti è riuscito a dimostrare a Deschamps quanto effettivamente mancasse alla nazionale in questi sei anni di distanza, imponendosi come centrale anche in una nazionale capace di vincere il mondiale di Russia solo tre stagioni fa. 

4 gol in 4 presenze agli europei, gol segnato nella finale di Nations League che consegna un altro trofeo alla bacheca della nazionale, e un impatto enorme in una rosa debordante di talento. 

Sogno dorato 

“La vittoria in Nations League significa molto per me. Sono molto orgoglioso del mio lavoro, dopo cinque anni di assenza dalla Nazionale. Il Pallone d’Oro è un trofeo che tutti i giocatori vorrebbero vincere. Ci pensiamo da bambini e se oggi ci sono vicino è grazie ai miei compagni di squadra.”

Che sia un sogno raggiungibile o meno lo vedremo tra poche settimane, quando France Football eleggerà il successore di Leo Messi sul trono di migliore giocatore del mondo. 

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI