HomeCalcio EsteroChi è Tedesco, l'uomo scelto per rilanciare la Sampdoria

Chi è Tedesco, l’uomo scelto per rilanciare la Sampdoria

Domenico Tedesco è tra i favoriti per sedere sulla panchina della Sampdoria a partire dalla prossima stagione: alla scoperta dell’allenatore dello Spartak Mosca

Potrebbe essere Domenico Tedesco il successore di Claudio Ranieri sulla panchina della Sampdoria. Secondo quanto raccontato dalle indiscrezioni delle ultime ore, il tecnico italo-tedesco sarebbe uno dei nomi in cima alla lista di Carlo Osti, sul quale i doriani vorrebbero investire per rilanciare le ambizioni di una squadra che da troppo tempo vegeta a metà classifica.

LEGGI ANCHE: Il Venezia ha uno dei progetti sportivi più interessanti d’Italia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Domenico Tedesco (@domenicotedesco85)

Chi è Domenico Tedesco

Nato a Rosarno, nell’entroterra calabrese, ed emigrato in Germania da bambino al seguito dei genitori in cerca di una occupazione, Domenica Tedesco è stato uno degli allenatori europei più giovani a esordire nel professionismo. Dopo alcune stagioni altalenanti, quest’anno ha avuto il grande merito di riportare in Champions League lo Spartak Mosca, alla cui guida ha condotto un’annata più che positiva dopo aver preso il posto di Massimo Carrera.

LEGGI ANCHE: Oaktree: ufficiale il prestito a Suning per garantire il futuro dell’Inter

Per anni è stato considerato come astro nascente della panchina, per quanto ad alti livelli ci sia arrivato quasi per caso. Infatti, nonostante militasse nelle categorie inferiori tedesche senza mai smuoversi da lì, Tedesco si è formato come agente di commercio e, prima di imboccare definitivamente la carriera di allenatore, era riuscito a ottenere un ruolo di grande responsabilità all’interno della Mercedes-Benz.

LEGGI ANCHE: Rimborsi spesa arbitri gonfiati, al via l’indagine della FIGC

Dopo aver superato brillantemente il corso da allenatore indetto dalla Federazione tedesca, ha cominciato il proprio percorso nei settori giovanili di Stoccarda e Hoffenheim, per passare poi all’Aue e, in seguito, allo Schalke 04, dove riuscirà a portare i biancoblu in Champions League al primo tentativo. La Sampdoria, in tal senso, potrebbe rappresentare una soluzione decisamente stuzzicante per entrambe le parti in causa.

Tedesco, modulo e stile di gioco

Domenico Tedesco è un allenatore che a livello tattico ha sperimentato parecchio, soprattutto in passato quando – agli albori della carriera – rimodulava la squadra a seconda degli avversari presentandosi in campo con formazioni profondamente differenti l’una dall’altra. Tra le poche certezze c’è però la difesa a tre, che Tedesco ha proposto in tutte le varianti.

LEGGI ANCHE: La Roma su Diego Carlos, il pupillo di Mourinho

In tal senso, alla Sampdoria troverebbe già una pacchetto arretrato con caratteristiche da modellare. Di base, soprattutto allo Spartak, l’allenatore italo-teutonico utilizza un 3-4-1-2, con due laterali bravi a interpretare entrambe le fasi di gioco, un mediano di rottura e un centrocampista centrale bravo a proporsi senza palla dietro alla prima linea di pressing avversario.

LEGGI ANCHE: Playoff Serie B 2020/2021 finale Venezia-Cittadella: le date

A raccordare i reparti c’è un trequartista , che si propone spesso negli spazi per ricevere e smistare la palla giocandola rapida. Le squadre di Tedesco sono mediamente verticali e proattive, il che significa che viene ricercato un calcio diretto e senza fronzoli, capace di arrivare alla porta avversaria con pochi passaggi. Un metodo che, viste le caratteristiche della Serie A, in Italia potrebbe attecchire molto bene.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

75387536bf8277a4a0c328b6d3d9d91b?s=90&d=mm&r=g
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti