Djuricic infortunio: che fine ha fatto il centrocampista del Sassuolo

Djuricic è ormai ai box da un po’ di tempo. Ma come sta il centrocampista del Sassuolo e quando potrebbe tornare in campo?

Gli infortuni sono una delle problematiche con cui molte squadre, soprattutto in questo periodo, devono fare i conti. Tra i club con il maggior numero di assenze c’è senza alcun dubbio il Sassuolo. Tra i giocatori che sono ai box da tanto tempo c’è Filip Djuricic. Ma come sta il trequartista serbo? Le sue condizioni continuano a preoccupare e a tenere in ansia Dionisi e tutto il mondo neroverde.

LEGGI ANCHE: Berardi conferma: “Volevo andarmene dal Sassuolo”

Djuricic infortunio, come sta? Le sue condizioni

Entrando maggiormente nel dettaglio e nello specifico, il giocatore non scende in campo da Sassuolo-Venezia 3-1. Era il 23 ottobre e il 29enne è stato costretto a lasciare il campo anzitempo per un problema alla regione posteriore della coscia destra. Nelle ultime settimane, come ha raccontato lui stesso, Djuricic ha subito una ricaduta, che lo sta tenendo lontano dai campi anche in queste prime partite del 2022. Inevitabilmente la sua priorità è tornare a disposizione, ma questo potrà accadere solo e soltanto quando i rischi per lui saranno minimi.

Ma ci può essere un po’ di positività, vista che la situazione sembra comunque migliorare sotto questo punto di vista. Infatti il serbo negli ultimi giorni non si sta più allenando a parte e questo accade almeno dallo scorso 30 dicembre, ossia dal giorno della ripresa degli allenamenti dopo la pausa per le festività natalizie. Difficile però che il trequartista possa scendere in campo nelle prossime partite. Come detto la linea scelta dallo staff medico e da quello sanitario del Sassuolo è stata quella della prudenza. E ad ammettere tutto ciò è stato lo stesso calciatore, con un lungo messaggio sui suoi profili social, apparso qualche giorno fa: “Di comune accordo con la società si è deciso di non rischiare e per questo tornerò in campo solo quando il rischio dì una ricaduta sarà il più basso possibile. In questi due mesi mi sono sempre allenato da solo. La smania dì tornare a giocare, e di risentire il vostro calore, è tantissima. Il 2022 sarà il nostro anno, a presto!”. Insomma, non resta che attendere e aspettare.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI