Quanto sono indebitati i club della Serie A?

I club di Serie A hanno noti problemi di debiti, ma quanto sono consistenti i problemi economici delle società italiane? Lo rivela un report della UEFA.

Solo nell’ottobre 2017, cioè poco più di cinque anni fa, la UEFA rivelava che il debito complessivo dei club di calcio europei aveva raggiunto il suo minimo storico, confermandoil successo del Fair Play Finanziario. Da allora molte cose sono cambiate, e mai come oggi il FFP sembra incapace di far fronte alla reale situazione del calcio di oggi (come dimostra il caso del Chelsea). Come se non bastasse, il più recente report della UEFA racconta ora parla di una crescita record.

La pandemia sarà anche alle spalle, ma questo non è ancora bastato per correggere le fragilità del sistema economico del calcio. Rispetto all’ultima analisi (2019), l’indebitamento bancario complessivo dei club è cresciuto di 1,25 miliardi di euro. La Spagna presenta la situazione più drammatica, con 2,517 miliardi di euro di passivo verso le banche, ma l’Italia la segue da vicino, con un debito complessivo di 1,068 miliardi.

Debiti club Serie A: le cifre

Ci sono quattro club di Serie A tra le prime 20 squadre con il maggiore debito bancario in Europa. Quella messa peggio e l’Inter, che si trova in sesta posizione con 390 milioni di euro di passivo (in aumento di 77 milioni rispetto alla precedente valutazione). Seguono la Roma settima (271 milioni, +44 milioni), la Juventus ottava (223 milioni, ma con una diminuzione complessiva di 250 milioni) e il Milan undicesimo (71 milioni, con una dimunuzione di 25 milioni).

Il dato è abbastanza significativo: queste quattro società assieme sommano 955 milioni di euro su un totale di 1,096 miliardi dei club italiani. Inter, Roma, Juventus e Milan da sole sono quindi responsabili dell’87% dell’indebitamente bancario delle società di Serie A. E su questo conto va tenuto in considerazione che il netto miglioramento della Juventus è dovuto principalmente alla ricapitalizzazione da 400 milioni di euro del 2021, necessaria proprio a contenere di debiti dei bianconeri.

Situazione più tranquilla per il Napoli, che invece non presenta alcun debito con le banche, confermando quanto detto pochi giorni fa alla Bild da De Laurentiis.

La situazione all’estero

Non solo la Serie A, però. Anzi, da quello che abbiamo visto i club più indebiti d’Europa non sono infatti quelli italiani. In testa alla sciagurata classifica stilata dalla UEFA campeggia ad esempio il Tottenham con 1,007 miliardi (e una crescita di 267 milioni), su cui pesano molto le spese per la costruzione del nuovo stadio. Al secondo posto il Real Madrid con 967 milioni (aumento di 773 milioni), anche qui con una decisa responsabilità del nuovo Bernabeu. Terzo posto invece per il Barcellona (841 milioni di debito, aumento di 768).

In generale, l’indebitamento bancario della Premier League è pari a circa 1,9 miliardi di euro. Ma, come sottolinea Calciomercato.com, il dato va messo in relazione con quelli sui ricavi e il reddito complessivo: mediamente, per le squadre del massimo campionato inglese questi numeri sono grandi circa tre volte rispetto a quelli della Liga e della Serie A. Per cui, considerato nel suo complesso, il debito dei club di Premier è molto meno rilevante rispetto a quello delle società italiane.

La posizione migliore nel report della UEFA è quella di Germania e Olanda, con le società di Bundesliga ed Eredivisie che hanno un indebitamente praticamente a zero.

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Potrebbe interessarti anche: