De Zerbi is back: come sarà il suo Brighton

Sarà De Zerbi il nuovo allenatore del Brighton, quarto in Premier League, dopo il passaggio al Chelsea di Graham Potter. Vediamo come giocheranno i Seagulls.

Tanti lo volevano alla Juventus, e invece Roberto De Zerbi ha scelto la Premier League: sarà lui il sostituto di Graham Potter (balzato a Londra sulla ricca panchina del Chelsea) al Brighton, attualmente quarto a sorpresa nel campionato inglese, a cinque punti dalla vetta e con un match da recuperare.

“Ha dimostrato lai sue indubbie capacità con il suo lavoro in Italia e in Ucraina, quanto ha realizzato al Sassuolo spicca” ha detto il direttore tecnico David Weir annunciando il suo nome. De Zerbi ha firmato un quadriennale e debutterà sulla panchina dei Seagulls dopo la sosta delle nazionali, sabato 1° ottobre in casa del Liverpool.

Come giocherà il Brighton di De Zerbi

La scelta di De Zerbi rappresenta una chiara continuità tattica con il percorso intrapreso negli ultimi tre anni dal Brighton sotto la guida di Potter: entrambi gli allenatori, infatti, prediligono un gioco incentrato sui passaggi e il possesso palla, di tipo offensivo e moderno. La vera questione sarà capire il modulo che adotterà l’ex-allenatore del Sassuolo: il suo predecessore era solito schierarsi in campo con il 3-5-2, mentre l’italiano preferisce il 4-3-3 e il 4-2-3-1, anche se in alcune occasioni ha fatto ricorso anche lui alla difesa a tre.

Subentrando a stagione in corso (i Seagulls hanno giocato appena sei partite in questa annata), è facile immaginare che De Zerbi non cercherà di fare alcuna rivoluzione e anzi probabilmente cercherà di adattarsi il più possibile alla situazione che troverà. Anche perché, come detto, arriva in una squadra che funziona a meraviglia e ha avuto un avvio di campionato sensazionale, dopo una crescita continua nelle ultime stagioni.

Possiamo quindi immaginare che il nuovo Brighton confermerà Robert Sachez tra i pali, protetto dal terzetto composto da Joel Veltman, Adam Webster e dal capitano Lewis Dunk. A centrocampo, sulle fasce agiranno Leandro Trossard e Solly March, mentre la coppia d’interni vedrà Alexis Mac Allister affiancato alla rivelazione Moises Caicedo. L’attacco gira attorno alla punta centrale Danny Welbeck, che avrà a suo supporto Pascal Gross ed Enock Mwepu, a causa anche degli infortuni di Lallana e Sarmiento.

Questo a meno che De Zerbi non voglia passare alla difesa a quattro a lui più congeniale, e che il Brighton ha già adottato in un paio di occasioni quest’anno (la vittoria del 27 agosto sul Leeds e la sconfitta in casa del Fulham di tre giorni dopo). In questo modo, i Seagulls potrebbero provare a integrare in squadra il costoso neo-acquisto Pervis Estupiñan come terzino sinistro, mentre Trossard verrebbe avanzato ad ala sinistra in attacco.