HomeCalcio EsteroDe Zerbi allo Shakhtar, una scelta molto particolare

De Zerbi allo Shakhtar, una scelta molto particolare

Roberto De Zerbi allo Shakhtar dà il via al domino di allenatori: dopo aver rifiutato la corte di diversi club italiani, il bresciano vola in Ucraina per rilanciare le ambizioni dei Minatori

La notizia era nell’aria da settimane, ma ora è arrivata anche la conferma: Roberto De Zerbi sarà il prossimo allenatore dello Shakhtar Donetsk. Il tecnico del Sassuolo terminerà quindi un triennio molto positivo alla guida degli emiliani, portati, dopo il primo anno di apprendistato, a frequentare la parte medio-alta della classifica della Serie A.

LEGGI ANCHE: Scontri diretti Juventus-Milan: cosa succede in caso di parità

De Zerbi, nonostante i vari interessamenti, ha deciso per una scelta esotica: accettando la corte dello Shakhtar, infatti, il tecnico bresciano approda in una realtà profondamente diversa rispetto a quelle nelle quali ha lavorato fino a oggi, ma parallelamente si prenderà la responsabilità di guidare una società consolidata non solo in patria, ma anche in Europa.

de zerbi
Fonte: @filippogalli63 (Instagram)

De Zerbi allo Shakhtar, una scelta particolare

Dopo il lunghissimo interregno targato Lucescu, che De Zerbi troverà da avversario in quanto il romeno allena la Dinamo Kiev, e la doppia gestione portoghese di Paulo Fonseca e Luis Castro, quindi, lo Shakhtar decide di puntare su uno dei profili europei in rampa di lancio, con il fine di portare una filosofia calcistica improntata su una proposta moderna ed europea.

LEGGI ANCHE: Scontri diretti Juventus-Napoli: cosa succede in caso di parità

Sono tante le problematiche che De Zerbi dovrà affrontare in Ucraina, a partire dalla questione linguistica per proseguire con il clima, visti gli inverni molto rigidi, e un campionato di basso livello che lo obbligherà a mantenere sempre la squadra sul pezzo in chiave europea. Un altro problema riguarda la gestione dei calciatori stranieri, visto il limite interno imposto dalla federazione ucraina. Lo Shakhtar, quest’anno arrivato secondo, giocherà i preliminari di Champions League.

Come giocherà lo Shakhtar di De Zerbi

In questi giorni sono girate le prime speculazioni di mercato secondo le quali De Zerbi, tra le tante rassicurazioni ricevute dalla dirigenza dello Shakhtar, avrebbe voce in capitolo sul mercato. Nel mirino ci sarebbero quindi alcuni dei suoi attuali calciatori del Sassuolo: da Consigli a Marlon, passando per Boga e Djuricic, tutti fondamentali per accelerare l’assimilazione del gioco da parte del nuovo gruppo squadra.

LEGGI ANCHE: Scontri diretti Milan-Napoli: cosa succede in caso di parità

Che, probabilmente, ripartirà dal 4-2-3-1 già giocato nelle tre precedenti gestioni tecniche, sfruttando in pieno la colonia brasiliana ricca di talento e l’esterno offensivo Solomon, per il quale pare stiano suonando forte alcune sirene di mercato inglesi. Con qualche aggiustamento lo Shakhtar potrà tornare a competere per il titolo, ma la vera scommessa è aver puntato – a quasi vent’anni dalla gestione di Nevio Scala – su un altro allenatore italiano.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

75387536bf8277a4a0c328b6d3d9d91b?s=90&d=mm&r=g
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti