Home Notizie Un mazzo di rose come augurio: l’Atletico saluta il figlio di De...

Un mazzo di rose come augurio: l’Atletico saluta il figlio di De Paul

Fonte immagine: @rodridepaul (Instagram)

L’Atletico Madrid ha accolto l’arrivo del secondogenito di De Paul con un pensiero molto apprezzato: l’argentino ha ringraziato sui social

La vita di Rodrigo De Paul sta mutando senza soluzione di continuità. Dopo essersi laureato campione in Sudamerica con l’Argentina, il centrocampista esploso nell’Udinese ha assistito alla nascita del suo secondogenito e, infine, è stato ufficializzato come nuovo calciatore dell’Atletico Madrid.

Una raffica di buone notizie, insomma, che gli faranno passare alla grande le – seppur ridotte – vacanze estive. Infatti, De Paul sta passando qualche giorno con la famiglia ma è già nei paraggi di Madrid, dove tra poco dovrà mettersi a disposizione di Diego Simeone e cominciare la sua nuova avventura professionale.

Fonte immagine: @rodridepaul (Instagram)

De Paul e il regalo dell’Atletico

La nascita del secondo figlio di Don Rodrigo si è trasformata in un’occasione per accogliere ancora meglio il nuovo calciatore dei Colchoneros. Infatti Miguel Ángel Gil Marín, CEO del club, ha inviato alla famiglia un enorme mazzo di rose bianche e rosse, richiamando così i colori sociali dell’Atletico Madrid.

L’iniziativa è stata enormemente apprezzata dall’argentino, che sui social ci ha tenuto a ringraziare la nuova società per il pensiero avuto. Nel biglietto firmato dai madrileni si legge chiaramente un “benvenuto nella tua nuova famiglia, Bautista”, quasi come a sottolineare che, per De Paul, questo sia un doppio nuovo inizio.

Ora il fresco campione in Copa America, dove ha disputato un grande torneo tanto da finire nella formazione ideale della manifestazione, si godrà un po’ di meritato riposo prima di mettersi a disposizione di Simeone. Che, come già dichiarato da lui stesso, lo aspetta a braccia aperte.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version