Statistiche da top player contro il PSG, un talento cristallino da conoscere

De Ketelaere ha illuminato la partita tra Bruges e PSG di Champions League, impreziosendola con una statistica che ne tratteggia il talento

Charles De Ketelaere è uno dei talenti belgi in rampa di lancio. La sua presenza in campo, all’esordio nell’attuale edizione di Champions League, ha offuscato perfino quella del trio offensivo del PSG, che per la prima volta poteva schierare in contemporanea Neymar, Messi e Mbappé.

LEGGI ANCHE: De Ketelaere, il gioiello belga su cui vuole puntare l’Atalanta

Il classe 2001 del Bruges ha dispensato una serie di giocate, movimenti e tocchi di palla da stropicciarsi gli occhi, confermando non solo la sua essenzialità in campo ma anche, e soprattutto, un’autorità e una sicurezza non usuali per un ragazzo che, sulla carta di identità, ha scritto 2001 vicino alla data di nascita.

de ketelaere
Fonte immagine: InsideFoto

De Ketelaere, il primato in Champions League

All’interno del match giocato e pareggiato 1-1 contro il PSG, De Ketelaere ha messo insieme il miglior dato di giornata per quanto riguarda i key passes perfezionati. Contro Messi e compagni, il 20enne belga ha chiuso infatti ultimando 5 passaggi chiave, più di chiunque altro nel primo turno della fase a gruppi.

LEGGI ANCHE: Sky o DAZN, dove vedere la Serie A: il calendario completo

Una statistica importante, che ne certifica la centralità all’interno del sistema costruito da mister Clement. Il tecnico punta forte su di lui e i risultati gli stanno dando ragione: con la prima squadra nerazzurra, il ragazzo originario di Bruges ha già segnato 10 gol e fornito 12 assist.

LEGGI ANCHE: Serie A, infortunati e squalificati: la tabella

Ma la cosa che impressiona maggiormente è il numero delle partite disputate, perché entro la fine della stagione – qualora le cose andassero come si presume – De Ketelaere supererà le cento presenze con il club che lo ha scovato, cresciuto e lanciato.

Una risorsa offensiva

De Ketelaere piace per la sua fantasia, per la struttura fisica e, soprattutto, perché a livello di caratteristiche incarna perfettamente il prototipo del trequartista moderno, bravo a giocare la palla, a smistare il gioco con invidiabili doti di regia.

Clement lo utilizza nel ruolo di falso nove, con un centrocampista offensivo alle spalle – Vanaken, in gol contro il PSG – e un esterno – Noah Lang, altro ragazzo da tenere d’occhio – capace di appoggiarlo andando a duettare con lui nello stretto.

Più in generale, il numero 90 può coprire un po’ tutte le zone dell’ultimo terzo di campo. L’estate scorsa Atalanta e Napoli lo avevano cercato. La risposta del Bruges? Per meno di 10 milioni di euro non se ne fa nulla. Ora la valutazione si alzerà, per un ragazzo col contratto in scadenza nel 2023 e ancora tanti orizzonti inesplorati.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!