HomeSerie ADarmian è diventato fondamentale per l'Inter di Conte

Darmian è diventato fondamentale per l’Inter di Conte

Matteo Darmian ha risolto un delicato Inter-Cagliari con una rete che avvicina in nerazzurri allo Scudetto. Com’è diventato fondamentale per Conte?

Un gol in più, tre punti verso il diciannovesimo Scudetto. L’Inter che batte il Cagliari ripropone una versione di se stessa abbastanza speculativa, anche se contro i sardi i nerazzurri hanno creato diverse situazioni da gol in più rispetto agli avversari, sbarcati a Milano per non prenderle e provare a muovere una classifica sempre più drammatica.

LEGGI ANCHE: Qual è il record vittorie consecutive in Serie A

Non è un caso che a risolvere il match sia stato Matteo Darmian, uno dei gregari per antonomasia di un’Inter diventata, rispetto a inizio anno, molto più cinica e concreta. L’inizio pieno di palleggiatori ha sorpreso un po’ tutti, ma nella ripresa Conte ha corretto la formazione portando l’ex esterno del Torino da destra a sinistra. E, proprio sulle corsie laterali, i nerazzurri hanno costruito i gol vittoria.

LEGGI ANCHE: Record punti Serie A, la classifica completa

Darmian, un gol che vale lo Scudetto

Dinamica chiara, quella che ha portato al gol vittoria firmato da Darmian. L’Inter tenta con insistenza di colpire in ampiezza, la mezzala trova l’imbucata vincente sulla destra per Hakimi – entrato nel frattempo al posto di uno spento Young – e tracciante sul secondo palo che il laterale mancino chiude con il tiro in porta, dopo aver seguito bene lo sviluppo l’azione.

Per Darmian è la rete numero 2 con la maglia dell’Inter, un gol in più rispetto a quelli segnati durante le sue stagioni al Manchester United. In Italia l’ex Red Devil si è ritrovato, nonostante più volte abbia parlato della sua esperienza inglese come un’avventura particolarmente formativa, grazie a Conte, che lo aveva già apprezzato ai tempi della Nazionale.

LEGGI ANCHE: Matteo Darmian è il miglior acquisto estivo dell’Inter

Maturità raggiunta

Lo voleva lo scorso anno, lo ha ottenuto l’estate scorsa dopo una stagione di rilancio al Parma, dove Darmian era arrivato – pare – proprio parcheggiato dai nerazzurri. Con lui in campo Conte può adottare più soluzioni perché il laterale può giostrare, con ugual rendimento, sulle due fasce o da centrale aggiunto in una retroguardia a tre.

Cresciuto nel settore giovanile del Milan, passato al Palermo ed esploso nel Torino, nella sua ascesa Darmian ha avuto un grande riferimento in Ventura, che lo ha lanciato, e poi proprio nel suo attuale allenatore. Dopo un inizio a rilento, col passare dei mesi ha scalato le gerarchie della rosa e ora rientra alla grande nelle rotazioni dell’Inter (che lo ha riscattato a febbraio), diventando una risorsa sia dall’inizio che a partita in corso, grazie – appunto – a una duttilità rara.

LEGGI ANCHE: Scudetti Serie A, la classifica completa

Dopo lo Scudetto, l’obiettivo sarà quello di ritagliarsi un posto di rilievo al prossimo Europeo; Mancini lo tiene in considerazione e di recente ha messo insieme qualche gettone di presenza in maglia azzurra, all’interno di un gruppo che deficita di elementi capaci di adattarsi a più contesti tattici: “Io lavoro per farmi trovare pronto – ha detto qualche giorno fa – il mister ci tiene sulla corda e ci sprona, perché non vuole che molliamo proprio adesso”. I tre punti al Cagliari, ottenuti con le unghie, avvicinano l’Inter all’obiettivo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti