Chi è Daramy, l’esterno danese finito nel mirino del Milan

Mohammed Daramy sembrerebbe essere molto vicino al Milan. Il classe 2002 potrebbe diventare il nuovo giovane gioiello della squadra rossonera.

Non è un segreto che il Milan ha intrapreso un nuovo progetto con l’obiettivo di scovare e valorizzare giovani talenti in tutta Europa. L’ultimo di questi potrebbe essere l’esterno d’attacco del Copenhagen Mohammed Daramy.

Le parti sono molto vicine, ma il termine della trattativa potrebbe arrivare solo dopo una cessione da parte del club rossonero, con uno tra Hauge e Castillejo, entrambi prossimi all’addio.

Leggi anche | Tre acquisti per il Milan: priorità al trequartista, serve un attaccante

Mohammed Daramy, caratteristiche tecniche

Esterno d’attacco in grado di giocare sia a destra che a sinistra, Mohammed Daramy è spesso sceso in campo anche da punta centrale. Il giovane danese fa della velocità e della potenza fisica le sue principali caratteristiche, non disdegnando la fase realizzativa.

I 5 goal e 3 assist tra tutte le competizioni in 29 partite stagionali sono un bottino di tutto rispetto per un ragazzo cosi giovane che gioca spesso sulla fascia.

La rapidità e la forza del danese potrebbero inserirsi molto bene nel 4-2-3-1 di Stefano Pioli, soprattutto considerando che l’esterno di destra è stato uno dei ruoli meno produttivi nello scorso campionato.

La giovane carriera

Cresciuto nelle giovanili del suo attuale club, Daramy ha esordito in Superligaen il 2 dicembre del 2018 ad appena 16 anni, diventando il giocatore più giovane ad esser sceso in campo nel campionato danese.

Inoltre, un altro record di precocità appartiene al classe 2002: siglando il goal vittoria nella partita casalinga contro l’Esbjerg, Daramy è diventato il più giovane marcatore della storia del Copenhaghen.

Leggi anche | Bjorn Kuipers, l’arbitro più ricco del mondo dirigerà Italia-Inghilterra

Ad oggi, terminata la sua quarta stagione da professionista, si contano 32 goal e 9 assist con la maglia del club in ben 113 partite, non poche per un ragazzo di appena diciannove anni.

Il possibile prossimo acquisto del Milan non ha ancora esordito nella Nazionale maggiore che tanto bene ha fatto ad Euro2020, però è già sceso in campo sia con l’under19 che con l’under21: oltre a Stefano Pioli, anche il commissario tecnico Hjulmand potrebbe presto avere una nuova freccia al suo arco.

Il punto sulla trattativa

La trattativa tra Milan e Copenhagen sta diventando sempre più calda nelle ultime ore e le parti sembrano avvicinarsi: il club danese accetterebbe un prezzo sui 10 milioni di euro, mentre i rossoneri non vorrebbero offrire più di 8. Questa valutazione è stata confermata anche da Sasha Tavolieri, corrispondente di RMC Sport dal Belgio.

Leggi anche | Olivier Giroud, statistiche e stipendio: quanto guadagna il nuovo attaccante del Milan

Maldini e Massara dovranno però fare i conti con due aspetti da non sottovalutare: il primo è la società che, come detto, imporrebbe di vendere prima uno tra Castillejo e Hauge, con quest’ultimo che sembra vicino ai tedeschi dell’Eintracht Francoforte.

Il secondo problema potrebbe sorgere a causa dell’agguerrita concorrenza: le prestazioni del classe 2002 hanno attirato le attenzioni di numerosi club in tutta Europa, con il Salisburgo e alcune squadre di Bundesliga che sembrano particolarmente interessati.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!