martedì, Aprile 23, 2024

Stephan El Shaarawy incarna la Roma di De Rossi

Stephan El Sharaawy è il miglior esempio...

Inter: quanto vale vincere lo Scudetto? 

L’Inter di Inzaghi è sempre più vicina...

Il catastrofico record di Pioli nel derby di Milano

Pioli potrebbe essere arrivato al suo ultimo...

Convocati Nazionale stage Italia, Mancini sorprende tutti

In Primo PianoConvocati Nazionale stage Italia, Mancini sorprende tutti

Per lo stage della Nazionale italiana in programma da mercoledì a venerdì a Coverciano il ct Roberto Mancini ha convocato 35 giocatori. Ci sono 7 novità assolute e qualche ritorno interessante.

Il commissario tecnico ha sorpreso tutti con queste convocazioni per lo stage di Coverciano, in cui alcuni nomi sono proprio delle novità assolute.

LEGGI ANCHE: ITALIA, COSA FARE PER IL POST CHIESA

Nazionale, i 7 volti nuovi

Carnesecchi, Luiz Felipe, Scalvini, Fagioli, Frattesi, Samuele Ricci e Joao Pedro sono le 7 novità chiamate da Mancini, in questo stage azzurro con vista playoff per la qualificazione al Mondiale in Qatar, in programma a marzo.

Interessanti le scelte di Scalvini in difesa, con l’atalantino che ha giocato nel weekend da titolare contro la Lazio, e a centrocampo, viste le tante assenze nelle file della Dea, e di Fagioli della Cremonese, giocatore di proprietà della Juventus ma in prestito alla Cremonese in Serie B.

Davanti c’è l’ormai canonico tridente del Sassuolo, Berardi-Scamacca-Raspadori, con i neroverdi rappresentati anche dall’uomo-mercato Frattesi.

Balotelli e la difesa

C’è l’annunciato ritorno di Mario Balotelli, almeno in questo stage. Ciò non vuol dire che l’ex Milan e Inter verrà convocato anche per i playoff Mondiali, ma è un segnale che per la Nazionale è ancora un nome spendibile. Del resto Mancini è sempre stato uno dei pochi ad avere una fiducia quasi cieca in Balotelli.

Per il resto l’ossatura è quella dell’Europeo, tranne Donnarumma e buona parte dei difensori che hanno sollevato il trofeo continentale la scorsa estate. Mancano infatti Bonucci ed Emerson, oltre al lungodegente Spinazzola. Forse è in questo reparto che Mancini è chiamato a trovare nomi plausibili, ancora più che in attacco.

C’è anche l’atteso ricorso agli “oriundi”, ai nuovi oriundi in realtà, come Luiz Felipe della Lazio e Joao Pedro del Cagliari. Soprattutto sul secondo c’è molta attesa, vista la grande difficoltà realizzativa dimostrata dalla Nazionale nelle ultime uscite.

 

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI

Potrebbe interessarti anche:

Check out other tags:

Gli articoli più letti