Nel Chelsea di Potter segnano tutti: 7 marcatori diversi in 3 partite

chelsea
Fonte: Image Photo

Dall’arrivo di Graham Potter il Chelsea è diventato una cooperativa del gol, con 7 marcatori diversi in tre partite

L’inizio di stagione del Chelsea è stato a dir poco turbolento, con l’esonero di Thomas Tuchel e l’arrivo di Graham Potter sulla panchina dei Blues. Dopo l’esordio contro il Salisburgo in Champions League, i londinesi sotto la guida del nuovo tecnico hanno ritrovato prestazioni e risultati, ottenendo tre gare in altrettante partite. Prima la vittoria esterna sul campo del Crystal Palace, poi i tris rifilati a Stamford Bridge contro il Milan e il Wolverhampton. Ora gli inglesi dovranno affrontare nuovamente i rossoneri, una sfida che sarà decisiva per il prosieguo del cammino europeo delle due squadre.

L’impatto di Potter, dunque, al Chelsea è stato davvero ottimo e oltre ai risultati il tecnico ha riportato anche entusiasmo. Le vittorie dei Blues sono arrivate, tra l’altro, con una peculiarità: sono andati in gol ben 7 giocatori diversi in 3 partite. Un dato che testimonia tutta la ricchezza di alternative della rosa del Chelsea e che sicuramente fa sorridere Potter,  consapevole di poter contare su moltissimi elementi a sua disposizione.

Al Chelsea il festival del gol

I londinesi hanno segnato otto gol nelle ultime tre partite e in rete sono andati ben 7 giocatori diversi. Contro il Crystal Palace hanno segnato Aubameyang e Gallagher, capaci di rimontare il gol di Edouard, l’unico tra l’altro subito dal Chelsea in queste tre gare. Contro il Milan in Champions League, poi, sono arrivate le reti di Fofana e James e la seconda di Aubameyang, unico a segnare due reti nella gestione Potter. Infine, contro gli Wolves è stato il turno di Havertz, Pulisic e Broja di entrare nella lista dei marcatori del Chelsea. A loro si aggiunge, infine, Sterling, in gol nell’esordio col Salisburgo.

Una vera e propria cooperativa del gol, in grado di segnare con moltissimi interpreti diversi. Questo è, finora, il grande pregio del Chelsea di Graham Potter, che ora si trova di fronte alla delicata sfida col Milan, capace di dire molto sul futuro europeo della squadra.