Caos Salernitana: torna Nicola. Il retroscena e la spiegazione

0
88
davide nicola salernitana
Image Photo Agency

Salernitana nel caos: dopo gli ultimi risultati, l’allenatore Nicola era stato esonerato, maora la dirigenza lo ha richiamato dopo due giorni.

Colpo di scena a Salerno: quello di Davide Nicola è il ritorno in panchina post esonero più rapido della storia su una panchina del calcio professionistico. Solo lunedì mattina la Salernitana confermava l’esonero del tecnico piemontese dopo la pesante sconfitta per 8-2 in casa dell’Atalanta, e la dirigenza di avviava alla ricerca di un sostituto.

Da allora sono passate davvero poche ore, senza che nessun nome abbia preso il suo posto sulla panchina granata, con una partita di Serie A da giocare sabato alle 18.00: il derby campano contro il Napoli. E nella mattinata di oggi l’ultima bomba, rivelata da Sky Sport: il presidente Iervolino stava pensando clamorosamente di richiamare proprio Nicola. Un’eventualità che si è concretizzata poco dopo mezzogiorno, con il comunicato ufficiale del club.

Ripercorriamo le tappe di questa caotica vicenda, dai motivi dell’esonero di Nicola ai retroscena dietro al suo richiamo, fino alle stesse parole dell’allentore di nuovo sulla panchina della Salernitana.

Salernitana: i motivi dell’esonero di Nicola

Davide Nicola è stato uno dei protagonisti della clamorosa salvezza della Salernitana nella scorsa stagione, assieme al nuovo proprietario Danilo Iervolino (che subentrando all’ultimo dell’anno impedì l’esclusione del club dalla Serie A) e al direttore sportivo Walter Sabatini. La riconoscenza, però, nel calcio non basta, e le cose in questa stagione non sono andate molto bene: i granata si trovano al momento sedicesimi in classifica (anche se con 9 punti sulla zona retrocessione).

La Salernitana non vince dal 3-1 del 30 ottobre sulla Lazio all’Olimpico, e ha ottenuto solo un punto nel 2023. Un rendimento ben lontano dalle ambizioni della società, che in estate ha speso oltre 44 milioni di euro per rafforzare la rosa, acquistando giocatori come Bradaric (Lille), Bohinen (CSKA Mosca), Maggiore (Spezia) e Lovato (Atalanta).

Va però detto che non poche cose sono cambiate, dalla scorsa stagione. Innanzitutto, è partita una pedina fondamentale della squadra come Ederson, ora all’Atalanta. Poi, è andato via Sabatini, separatosi dal club per delle divergenze di vedute con il patron Iervolino. Il ds è stato sostituito da Morgan De Sanctis, con cui però Nicola non sembra aver mai sviluppato un buon rapporto come col suo predecessore: negli scorsi giorni, Alfredo Pedullà ha definito la relazione tra i due “insostenibile”, e questo avrebbe contribuito a portare all’esonero dell’allenatore, già da tempo in bilico.

Il ritorno di Nicola: la ricostruzione del caos Salernitana

Subito dopo l’esonero di lunedì mattina, sono iniziati a circolare nomi per la panchina della Salernitana. Fin da subito si era parlato del sogno di portare in granata Walter Mazzarri, ma presto l’ipotesi era tramontata per il mancato interesse del tecnico livornese. La corsa si è quindi ridotta a tre nomi: Eusebio Di Francesco, Roberto D’Aversa e, un po’ più staccato, Giuseppe Iachini. Lunedì sera era anche emersa la notizia di un contatto addirittura con Rafa Benitez, che però aveva gentilmente declinato.

Martedì sera, invece, sembrava quasi certo l’ingaggio di Leonardo Semplici, unico degli allenatori contattati dalla Salernitana ad aver accettato sei mesi di contratto. Ma ecco che le cose sono repentinamente cambiate. In tarda serata, Sky Sport ha rivelato che era avvenuto un incontro tra il presidente Iervolino e i giocatori, da cui sarebbe emersa la volomntà di questi ultimi di rivedere Nicola in panchina. Il proprietario del club granata avrebbe dunque telefonato all’allenatore, ancora sotto contratto, chiarendosi con lui e ottenendo l’approvazione al ritorno al lavoro.

Nicola: “Vi spiego cosa è successo”

Intorno a mezzogiorno, la Salernitana ha infine confermato la voce che aveva preso piede nelle ore precedenti: dopo l’esonero di lunedì mattina, Davide Nicola è tornato a essere l’allenatore del club granata, senza che nessuno abbia occupato la sua panchina nel frattempo. “Intendo esprimere la mia più profonda soddisfazione per il rientro del mister Davide Nicola alla guida della squadra. – ha detto il ds De Sanctis – Tutti insieme affrontiamo uniti un campionato difficile”.

Ma il dirigente della Salernitana non è stato l’unico a parlare. Anche Nicola, attraverso il suo profilo Instagram, ha voluto parlare ai tifosi e agli appassionati, spiegando cosa è successo con Iervolino. “Ho fatto subito mea culpa, assumendomi tutte le responsabilità di una prestazione non adeguata e della conseguente pesante sconfitta. – scrive Nicola, confermando la telefonata di ieri sera col presidente – Ho chiesto con tutte le mie forze al Presidente di rivedere il provvedimento di esonero, sapendo di toccare le corde di un animo umano che ha profonda sensibilità per capire e vuole fortemente costruire un calcio diverso”.

L’allenatore dei campani ha espresso parole di grande ammirazione e gratitudine verso Iervolino, smentendo le voci di dissapori tra il tecnico piemontese e la dirigenza. Nicola ha ribadito la sua fiducia nel progetto della Salernitana, e ha anche ringraziato De Sanctis “per la mediazione senza la quale questa operazione non sarebbe stata possibile”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here