Il grande inizio di stagione di Candreva in un dato statistico

Antonio Candreva sta vivendo un grande inizio di stagione: c’è un particolare dato statistico che esemplifica il suo apporto fondamentale alla Sampdoria.

Passano gli anni, ma la Sampdoria continua a contare su alcuni dei suoi pilastri che sembrano davvero non voler invecchiare mai. Quagliarella, certamente, ma anche e ora soprattutto Antonio Candreva, che sta vivendo un inizio di stagione davvero favoloso, come dimostrano i numeri di queste prime giornate di campionato. In particolare, c’è un dato che fotografa al meglio l’importanza di Candreva per i doriani.

LEGGI ANCHE: Infortunio Biraschi | quando rientra | tempi di recupero

L’impressionante statistica di Candreva

L’esterno della Sampdoria figura nella classifica dei giocatori col maggiormente coinvolti nelle azioni offensive (ovvero col maggior numero di tiri e assist per un tiro). Sono ben 29 le volte che l’ex Lazio ha tirato o servito un compagno per il tiro dall’inizio della stagione, quasi cinque volte a partite di media.

In Serie A, solo Lorenzo Insigne ha fatto meglio di lui, ma in una squadra che ha vinto sinora tutte le partite giocate, segnando valanghe di gol. La Sampdoria sta invece vivendo un campionato normale e ha dovuto anche affrontare finora tante big, dal Napoli all’Inter, fino a Milan e Juventus.

Candreva ha avuto un rendimento da top in partite molto complesse. Ora, il calendario per la Sampdoria si preannuncia più agevole e l’esterno può davvero fare la differenza e concretizzare maggiormente questo suo elettrizzante stato di forma.

LEGGI ANCHE: Serie A Femminile 2021/2022, risultati e classifica

La centralità di Candreva nella Sampdoria

L’importanza di Candreva nella Sampdoria non è data solo dal suo stato di forma eccezionale, ma anche dall’assetto tattico dei blucerchiati. Il 4-4-2 di D’Aversa porta molto la squadra a giocare sugli esterni, sia per caratteristiche del modulo che degli interpreti. Il duo d’attacco è infatti composto da due attaccanti d’area di rigore come Quagliarella e Caputo, bravi a fraseggiare tra loro, ma non a venire incontro a giocare il pallone.

Ne consegue che lo spazio tra i centrocampisti e gli attaccanti rimane spesso vuoto e quindi le soluzioni offensive devono passare dagli esterni. A sinistra, Damsgaard sta facendo più fatica ad adattarsi al ruolo, lui non è un esterno puro e fatica a trovare il giusto equilibrio tra le scalate al centro e le azioni sulla fascia.

A destra invece Candreva è totalmente a suo agio e quindi praticamente tutte le azioni offensive della Sampdoria passano da lui, che siano cross per le punte o tagli dentro al campo. Il grande stato di forma di Candreva è un’ottima notizia per la Sampdoria, ma è anche un campanello d’allarme in vista del futuro, perché i doriani stanno dimostrando di avere altre poche fonti di gioco offensivo e qualora il rendimento dell’ex Inter dovesse calare, per la squadra di D’Aversa sarebbero dolori.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!