HomeCalciomercatoLa Liga perde un grande talento: Bryan Gil va al Tottenham

La Liga perde un grande talento: Bryan Gil va al Tottenham

Bryan Gil lascerà Siviglia per accasarsi al Tottenham: gli Spurs si assicurano uno dei giovani talenti spagnoli in rampa di lancio

Uno dei maggiori talenti della Liga sta per sbarcare in Premier League. È notizia di pochi minuti fa l’intesa di massima raggiunta tra il Tottenham e il Siviglia per il passaggio agli Spurs di Bryan Gil, gioiellino di casa biancorossa che, nell’ultima stagione, ha fatto cose egregie con la maglia dell’Eibar.

I due club hanno già pianificato l’intera operazione, che ora attende solo di essere ufficializzata: al Siviglia andrà il cartellino di Erik Lamela più un conguaglio da 25 milioni di euro, segno di come i londinesi credano fortemente su questo ragazzo a soli dodici mesi dall’acquisto di un altro calciatore messosi in mostra al Sanchez Pizjuan, ovvero Sergio Reguilon.

Chi è Bryan Gil

Classe 2001, dribbling e skills che fanno impazzire gli avversari in campo e gli appassionati del genere su Youtube, Bryan Gil è uno dei profili più futuribili della nuova generazione spagnola. Nato a Cadiz, nel cuore dell’Andalusia, sin da piccolino è entrato a far parte del vivaio del Siviglia, che riconoscendone le doti da predestinato ha cominciato prestissimo a mandarlo in prestito.

Niente serie inferiori, ma subito in Liga: a gennaio del 2020 Bryan Gil passa al Leganes, col quale non riesce a evitare una retrocessione sulla quale ovviamente ha poche colpe; poi, l’estate successiva, viene mandato a Eibar, dove retrocede un’altra volta risultando però l’unica nota lieta della compagine basca.

Alla fine della stagione avrà messo assieme 4 gol e altrettanti assist in 29 apparizioni, numeri di tutto rispetto se si considera il contesto. Mendilibar lo ha più volte elogiato, mettendolo però in guardia: le potenzialità sono tante ma vanno curate e gestite nel miglior modo possibile, questo il sunto delle parole dell’ormai ex allenatore dell’Eibar.

La scommessa Tottenham

Per il Tottenham, puntare forte su un ragazzo di appena 20 anni potrebbe essere un azzardo, anche perché l’inserimento in Premier League di questo piccolo dribblomane tutto sterzate e cambi di direzione sarà ampiamente da verificare.

Certo è che, qualora dovesse superare le ovvie difficoltà dei primi tempi, Bryan Gil potrebbe addirittura diventare un fattore, andando a comporre una cerniera mancina tutta spagnoli con l’amico, ma nello stesso tempo ex e nuovo compagno, Reguilon.

Nuno Espirito Santo, nuovo manager degli Spurs, potrebbe utilizzarlo come esterno offensivo in un 4-3-3 o, alternativamente, in un 4-2-3-1, sempre largo a sinistra. Contrariamente a tanti offensivi moderni, infatti, l’andaluso non gioca a piede invertito e ama puntare l’avversario sugli esterni più che accentrarsi.

I suoi numeri all’Eibar confermano la bontà della stagione giocata con gli azulgrana e chiusa, tra le altre cose, con 1.8 passaggi chiave, 1.4 tiri a partita, 2.4 dribbling riusciti, il 78& di precisione nei passaggi e 1.5 cross completati ogni novanta minuti. Giovane, ma completo: la Premier League, ma soprattutto i tifosi del Tottenham, lo attendono a braccia aperte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bryan Gil (@bryan11gil)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti