Perché il Brighton è la squadra più concreta della Premier League

Il Brighton di Graham Potter brilla in Inghilterra: tra xG e punti conquistati, è la squadra più concreta della Premier League

Alla seconda pausa stagionale destinata alle nazionali si può già cominciare a tirare un primo bilancio per quanto riguarda i vari campionati d’Europa. In Premier League a recitare il ruolo da protagonista sono sempre le stesse squadre, anche se in mezzo alla grandi, quest’anno, si è inserito il Brighton.

LEGGI ANCHE: C’è una statistica sul Brighton che merita di essere sottolineata

Le Seagulls, che arrivano da un paio di salvezze tranquille, quest’anno sembrano essere molto avanti sulla tabella di marcia: con 14 punti in 7 partite, infatti, la squadra si è già messa al riparo dalle parti basse della classifica, impreziosendo il tutto con la terza difesa della Premier League.

brighton
Fonte immagine: profilo Ig @BenWhite

Brighton, una squadra concreta: lo dicono gli xG

Grosso del merito va ascritto al lavoro di Graham Potter, manager classe 1975 arrivato al Brighton nel 2019 dopo aver girovagato per l’Europa e iniziato la propria carriera in panchina in Svezia. Potter ha regalato stabilita al club del sud dell’Inghilterra in un campionato molto complicato.

LEGGI ANCHE: Premier League 2021/2022: risultati e classifica

Quest’anno il Brighton, pur creando una mole di situazioni offensive nella media, ha però ottimizzato la propria fase realizzativa. A testimoniarlo è il rapporto tra il coefficiente degli xG, gli Expected Goal, e i punti in classifica.

A fronte di 9 xG e 8 gol segnati, infatti, le Seagulls hanno messo da parte ben 14 punti. Un risultato decisamente importante, che colloca al momento la squadra di Potter al sesto posto della classificia in Premier League.

Un progetto particolare

Il Brighton è sempre stata famosa per essere una di quelle realtà dall’animo british, nonostante la città – negli ultimi anni – si sia europeizzata non poco. Eppure, da due anni, la società ha investito molto all’estero, ‘contaminando’ la rosa con diversi elementi esotici e lasciando miscelare il tutto a Potter.

LEGGI ANCHE: I talenti dell’Ecuador sono tanti e sono forti

Per esempio, molto interessanti sono stati gli innesti dell’argentino Mac Allister e dell’ecuadoriano Caicedo, quest’anno ceduto in prestito in Belgio dopo essere stato soffiato al Manchester United. Ma la squadra ha una componente straniera di grande spessore.

Da Veltman, ex Ajax, a Gross, passando per il colosso di centrocampo Bissouma fino a Mwepu, talento zambiano strappato in estate al Salisburgo. E poi il colombiano Alzate, l’olandese Locadia e soprattutto Neil Maupay, stella del Brighton esploso nel Brentford e oggi referente offensivo dei biancoazzurri.

xG premier league
Fonte immagine: Reddit

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI