Pallone d’Oro: come funziona e come viene assegnato

Si avvicina la cerimonia di premiazione del Pallone d’Oro: vediamo nel dettaglio come funziona l’assegnazione del premio.

È il premio più ambito nel mondo del calcio. Il Pallone d’Oro è quel riconoscimento che ogni calciatore sogna, ma che vince solo un giocatore all’anno. L’assegnazione del premio per il 2021 è ormai sempre più vicina: sono state svelate le nomination e il 29 novembre, a Parigi, verrà finalmente svelato il nome del vincitore. Vediamo però nel dettaglio come funziona il meccanismo di assegnazione del celebre riconoscimento.

LEGGI ANCHE: La grandezza di Messi in un fotogramma durante Argentina-Uruguay

Pallone d’Oro: come funziona e come viene assegnato

Il Pallone d’Oro è un riconoscimento istituito nel 1956 e assegnato annualmente al miglior giocatore dell’anno solare. I criteri per l’assegnazione, indicati nell’articolo 10 del relativo regolamento, sono:

  • Insieme delle prestazioni individuali e collettive nell’anno
  • Valore del giocatore in termini di talento e fair play
  • Carriera del giocatore

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE 

La shortlist di giocatori candidati al Pallone d’oro è di 30 giocatori e viene stilata dalla redazione di France Football. Dopo di ché, una giuria internazionale di giornalisti specializzati, con un rappresentante per paese, deve indicare i suoi cinque favoriti, ponendoli in ordine di preferenza. Ai cinque giocatori menzionati vengono assegnati, rispettivamente, 6, 4, 3, 2 e 1 punti.

Da questi voti esce il vincitore del Pallone d’Oro. In caso di parità, vengono presi in considerazioni i primi posti, se anche questi dovessero essere in parità, si prendono i secondi posti e così via a scendere. Per quanto riguarda l’Italia, il giornalista che voterà per il Pallone d’Oro è Paolo Condò.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI