HomeCalcio EsteroI giocatori del Belgio hanno deciso di depositare milioni in Lussemburgo

I giocatori del Belgio hanno deciso di depositare milioni in Lussemburgo

Il Lussemburgo è da sempre noto come un paradiso fiscale, anche per gli ingenti conti in banca dei calciatori. A tal proposito, alcuni giocatori del Belgio hanno depositato nel Paese grosse somme.

Romelu Lukaku, Eden Hazard, Kevin De Bruyne: i Red Devils – non il Manchester United – sono ricchi di talento, specialmente in fase offensiva. Secondo quanto analizzato dal belga Le Soir, dal francese Le Monde e dal tedesco Süddeutsche Zeitung, gli elementi della Nazionale guidata da Roberto Martinez sono stati anche economicamente scaltri.

LEGGI ANCHE: Italia under 21, le combinazioni per passare ai quarti di Euro 2021

Il Belgio non è un unicum

I tre quotidiani di cui sopra, infatti, hanno concluso l’inchiesta OpenLux – riportata da Calcio e Finanza -, che ha portato alla luce svariate migliaia di conti depositati in Lussemburgo, vero e proprio paradiso fiscale nel Vecchio Continente. A quest’indagine, inoltre, si aggiunge quella di Tax Justice Network, che afferma come ben 9,6 miliardi di dollari generati in Italia siano successivamente finiti proprio in Lussemburgo.

La situazione dei calciatori del Belgio, dunque, non rappresenta assolutamente un caso unico: sono 18,5 i milioni di euro di questi ultimi depositati in Lussemburgo, a fronte di un totale complessivo emerso dall’inchiesta pari all’enorme somma di 6,5 mila miliardi di euro. Una casistica tanto esigua in proporzione, ma al contempo relativamente importante se si prende in considerazione il mondo del pallone.

Detto ciò, bisogna sottolineare sia le leggi in merito della trasparenza economica che emergeranno dal Lussemburgo stesso a partire dal giugno prossimo, sia come questa pratica non possa – perlomeno al momento – essere considerata una forma di reato.

Belgio
Fonte immagine: Twitter @OptaPaolo

Lukaku e non solo: milioni in Lussemburgo

Prima di entrare nel dettaglio, è bene evidenziare quali sono i giocatori protagonisti di queste manovre:

  • Eden Hazard del Real Madrid, con ben 7,98 milioni;
  • Thomas Meunier del Borussia Dortmund, con 2,55 milioni;
  • Kevin Mirallas del Gaziantep, con 1,90 milioni;
  • Romelu Lukaku dell’Inter, con 1,87 milioni;
  • Yannick Ferreira Carrasco dell’Atletico Madrid, con 1,63 milioni;
  • Nacer Chadli del Başakşehir, con 1,21 milioni;
  • Christian Benteke del Crystal Palace, con 610 mila euro;
  • Marouane Fellaini dello Shandong Luneng, con 500 mila euro;
  • Kevin De Bruyne del Manchester City, con 230 mila euro.

Una pratica ormai consolidata, dunque, che vede il numero 7 dei Blancos – colpito recentemente dall’ennesimo infortunio – in testa a questa particolare classifica, staccando il secondo dei suoi connazionali di oltre 5 milioni di euro. L’ex Chelsea, infatti, ha ottenuto ben 2,2 milioni di euro netti grazie al marchio registrato “Eden”.

Eden Hazard
Fonte immagine: Twitter @InfiniteMadrid

La decisione del fuoriclasse belga è legata alla pratica sui diritti d’immagine: l’obiettivo principale, infatti, riguarda la privilegiata tassazione del Lussemburgo proprio su questi diritti o su parte dello stipendio percepito nei vari club d’appartenenza.

Giocatori come Benteke e De Bruyne, inoltre, possono agire in questa maniera perché facenti parte della Premier League: spostando capitali dall’Inghilterra al Belgio – una pratica consentita e consolidata -, si risparmia sulla proprietà intellettuale, che comprende i diritti di cui sopra, tassata in questo paradiso fiscale solamente al 5%.

Giocatori come Lukaku, Hazard e De Bruyne, tra gli altri, non rappresentano dunque solamente una ristretta cerchia di giocatori dall’elevato tasso tecnico. Le manovre economiche che hanno coinvolto svariati elementi della Nazionale belga denotano una determinata applicazione anche in materia finanziaria.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti