Bayer Leverkusen, alla scoperta dell’avversario dell’Atalanta in Europa League

Andiamo alla scoperta del Bayer Leverkusen, prossimo avversario dell’Atalanta in Europa League e una delle squadre più interessanti di Germania.

Superato l’Olympiacos, l’Atalanta proseguirà la sua avventura in Europa League contro un avversario di tutt’altro livello, il Bayer Leverkusen della stellina Florian Wirtz, una delle migliori piattaforme di lancio per i giovani talenti della Bundesliga.

La doppia sfida degli ottavi della seconda competizione continentale UEFA si disputerà il 10 e il 17 marzo, con andata a Bergamo e ritorno a Leverkusen, e metterà di fronte la Dea con un club di tutto rispetto, attualmente terzo nel campionato tedesco, che se confermato a fine stagione sarebbe il miglior piazzamento degli ultimi sei anni.

Come gioca il Bayer Leverkusen

Dopo la fine del ciclo, piuttosto deludente, di Peter Bosz, licenziato a marzo 2021, in estate il Bayer Leverkusen è ripartito da Gerardo Seoane, 43enne svizzero fautore del 4-4-2, artefice della grande crescita vissuta dallo Young Boys nelle ultime tre stagioni. Le Aspirine stanno vivendo un’ottima stagione, nonostante l’età media molto bassa della rosa, che ne fa la squadra più giovane tra i top campionati europei.

Terzo miglior attacco della Bundesliga, il Bayer dimostra piuttosto di aver qualche limite a livello difensivo, con 39 gol subiti in 23 partite, che ne fanno addirittura la tredicesima difesa del campionato. Un dato sorprendente, se consideriamo che il reparto arretrato vanta alcuni giocatori molto quotati a livello internazionale, come Jonathan Tah, Edmond Tapsoba e Odilon Kossounou.

Chiaramente, è in avanti che il Bayer Leverkusen fa vedere le cose migliori, grazie soprattutto al talento di Florian Wirtz, che portato Seoane a modificare il suo approccio tattico in un 4-4-1-1, o più spesso in un 4-2-3-1. Accanto al talento classe 2003, 7 gol e 10 assist fino a questo momento, agiscono giocatori di grande valore come Moussa Diaby – altro giocatore molto determinante in attacco – e Amine Adli.

La punta centrale è una vecchia conoscenza del calcio italiano, Patrick Schick, veramente rinato dopo l’ottimo Europeo della scorsa estate e già autore di 20 reti stagionali. Per sua sfortuna, ha subito un brutto infortunio muscolare nei giorni scorsi, e la sua presenza contro l’Atalanta non è assicurata. Al suo posto ci sarà però l’iraniano Sardar Azmoun, talento mai del tutto esploso, prelevato a gennaio dallo Zenit San Pietroburgo. Sempre in tema di assenze, nel match di andata mancherà di sicuro anche lo squalificato Karim Demirbay, preziosissimo regista della squadra.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI