Baselli al Cagliari, come gioca e cosa fare al fantacalcio

Daniele Baselli è ufficialmente un giocatore del Cagliari: il centrocampista si è trasferito in Sardegna in prestito dal Torino e cercherà di dare una svolta alla sua carriera.

Per il Cagliari, alla disperata ricerca di un colpo che possa dare una spinta verso l’altro a una classifica altrimenti deficitaria, si affida a centrocampo al talento un po’ smarrito di Daniele Baselli, che arriva in prestito fino a fine stagione.

LEGGI ANCHE: IL TORINO SI DISFA PURE DI VERDI

Baselli, come gioca

Il Cagliari è rimasto abbastanza corto di soluzioni a centrocampo, quantomeno nella logica del 3-5-2 di Walter Mazzarri, che ha ripiegato ultimamente sempre più spesso su un 4-4-2 imbottito di terzini.

Baselli era già stato agli ordini del tecnico livornese già al Torino, la squadra dove sarebbe dovuto esplodere definitivamente dopo il bel debutto all’Atalanta. Invece adesso il centrocampista di Manerbio ha quasi 30 anni e una cartella clinica che gli è stata sempre compagna fedele, ahilui.

Peccato, perché quando è stato bene Baselli era davvero uno dei più promettenti in Italia, nel suo ruolo di centrocampista completo, capace di fare sia il mediano che il regista. Al Cagliari serve esattamente quello, visto che né Nandez (peraltro in uscita) né Strootman (sempre rotto) né Marin hanno le stesse caratteristiche. E poi, come detto, Mazzarri lo conosce bene.

Quest’anno con Juric solo 8 presenze per Baselli, soverchiato da una concorrenza foltissima a centrocampo e forse troppo leggero per il calcio ad alti ritmi dell’allenatore croato.

LEGGI ANCHE: Con Ricci al Torino, cosa succede a Pobega?

Baselli, che fare al fantacalcio

Non ha mai avuto grande fiuto per il gol, il nuovo giocatore del Cagliari. Qualche assist su calcio da fermo qua e là, ma non è uno di quelli per cui ci si scanni alle aste, nemmeno a gennaio quando bisogna rattoppare le proprie rose.

Facile che il nativo di Manerbio sia titolare già da subito, e ancora di più se dovesse davvero partire Nandez. A quel punto, in caso di addio dell’uruguaiano, il suo peso nel centrocampo sardo crescerebbe ancora di più, con Mazzarri disposto a dargli davvero le chiavi della squadra.

Difficilmente avrete preso l’ex-atalantino ad agosto, se non per una strana convinzione che potesse sfondare negli schemi di Juric. Per cui è ancora libero in queste aste di riparazione che a breve andranno a cominciare. Come settimo-ottavo del vostro centrocampo andrebbe benissimo, ma qualcuno ingolosito potrebbe rilanciare e a quel punto sta a voi valutare cosa fare.

LEGGI ANCHE: Nessuno vende meglio dell’Atalanta in Italia (e all’estero)

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI