Il Barcellona sceglie il post Koeman: il favorito è un grande ex

La sconfitta sul campo del Rayo Vallecano ha sancito la fine dell’era Koeman al Barcellona. Laporta va alla caccia del sostituto: il favorito è un grande ex

Il gol di Radamel Falcao certifica la fine dell’era Koeman al Barcellona. Il centravanti colombiano, ex Atletico Madrid e oggi al Rayo Vallecano, ha risolto la partita tra i Bukaneros e il Barcellona, permettendo ai suoi di guadagnare altri punti pesanti in chiave salvezza inguaiando, contestualmente, i blaugrana.

Liga 2021/2022: risultati e classifica

Nel postpartita la società ha così ufficializzato l’esonero del tecnico olandese, arrivato nel 2020 sotto la gestione Bartomeu per dare una scossa all’ambiente, sostituendo Quique Setien e, almeno all’inizio, riuscendo a ridare un po’ di animo a una squadra e a una piazza reduci da un periodo molto complicato.

xavi
Fonte Immagine: @AgentoSecretoV2 (Twitter)

Barcellona, è il momento di Xavi?

Da tempo, soprattutto ascoltando le chiacchiere che si fanno in Spagna, il Barcellona era alla caccia di un possibile nome papabile per la sostituzione di Koeman, considerato dai più un vero dead man walking. La candidatura forte è quella che porta dritta a Xavi Hernandez.

In Qatar, l’Al Sadd di Xavi ha dominato la stagione

L’attuale allenatore dell’Al Sadd da anni sta portando avanti un suo progetto in Qatar, collaborando anche con la federazione locale e facendo, più o meno indirettamente, da testimonial per il Mondiale del 2022. Il Barcellona aveva già provato a convincerlo in estate, senza però riuscire a portalo a casa.

Infortunio Luiz Felipe | quando rientra | tempi di recupero

Anzi, a riportarlo a casa, visto che vicino al nome di Xavi ci sono scolpiti decine di trofei che oggi fanno bella mostra nella bacheca ufficiale del club. Come mentalità e stile di gioco, questa scelta sarebbe la più logica, anche più di quelle che avrebbero portato a Roberto Martinez ed Erik ten Hag, entrambi desiderosi di sposare un progetto da inizio stagione.

gallardo

L’ipotesi Gallardo

E se il Barcellona puntasse Gallardo? L’allenatore del River Plate ormai da sette anni sta facendo cose egregie in Argentina e per il suo passaggio in Europa sembra solo questione di tempo. In questo momento il Muneco sta provando a vincere il campionato locale, unico trofeo che ancora gli manca.

E quindi, finalmente vedremo Gallardo in Europa?

Il profilo sarebbe molto stuzzicante, perché oltre ad avere un’idea di gioco particolare, moderna e applicabile anche in Europa, Gallardo è abituato a lavorare in situazioni borderline. In questi anni, infatti, gli sono stati venduti tutti i migliori e lui ha sempre mantenuto livelli altissimi., vincendo e valorizzando un sacco di talenti.

pirlo juventus
Fonte immagine: @Boris_SerieA (Twitter)

Le altre piste, da Pirlo a Sergi

In stand-by rimane la candidatura di Andrea Pirlo, al momento fermo ai box dopo l’allontanamento dalla panchina della Juventus. Il Barcellona lo ha preso in considerazione da tempo, con l’idea di avviare un progetto accostando un giovane profilo della panchina all’inevitabile cambio generazionale che sta vivendo la squadra.

Infine, non va esclusa a priori la possibile soluzione interna, che vedrebbe Sergi Barjuan, attuale allenatore della squadra B, sedersi sulla panchina della maggiore per traghettare il club a fine stagione, o almeno fino a quando un ‘nome’ non accetterà la destinazione.

Ex terzino del club, Sergi viene dipinto come uno degli allenatori in rampa di lancio del calcio spagnolo, ma per imporsi in questo Barcellona servirà qualcosa di più di qualche semplice endorsement.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Barzita (@barzita_)

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI