L’attacco del Napoli è tra i migliori in Europa

A Napoli, in un biennio di luci fortissime e ombre inquietanti, Osimhen e Kvaratskhelia sono sul podio dei top cinque campionati europei per una speciale classifica, dietro solamente ad Haaland ed Mbappé

Dall’arrivo di Kvaratskhelia nell’estate 2022, i numeri della coppia d’attacco del Napoli da scudetto sono aumentati vertiginosamente. Nei due anni precedenti, quando Osimhen aveva come compagno di reparto Lorenzo Insigne, i numeri del centravanti nigeriano non erano ancora all’altezza di quanto visto successivamente. Se restiamo alla Serie A infatti, nei due anni presi in esame Osimhen aveva fatto registrare ventiquattro reti in due stagioni, un bottino decisamente inferiore a quanto fatto vedere dall’arrivo del georgiano. L’impatto di Kvaratskhelia infatti non cambiò solamente gli equilibri offensivi del Napoli – che da quel momento ha suddiviso le responsabilità offensive tra il georgiano e il nigeriano – ma soprattutto il rendimento del numero nove, che con Kvara al suo fianco ha fatto un salto di qualità numerico forse prevedibile ma sicuramente spettacolare. Nell’anno dell’arrivo di Kvaratskhelia a Napoli – che poi è anche l’anno dello Scudetto di Spalletti – Osimhen fece registrare in Serie A ventisei gol in trentadue partite, due in più di quanto fatto nelle precedenti cinquantuno partite suddivise in due stagioni. Numeri incredibili che si ripetono nella stagione in corso, dove il centravanti è a quota undici reti nelle sole sedici partite giocate e il georgiano rincorre i numeri della stagione appena trascorsa (dodici reti, tredici assist) con nove reti e cinque assist in Serie A. 

Tutto questo però per introdurre la statistica che riporta il portale Transfermarkt, secondo la quale nei top cinque campionati europei solamente due coppie offensive hanno miglior rendimento di assist per gol di Kvara e Osimhen. Ci spieghiamo meglio: questa speciale classifica mette a confronto le reti segnate su assist di uno specifico compagno, quindi si viene a contare quante reti ha segnato Osimhen su assist di Kvaratskhelia nel biennio preso in esame e così via con i competitor. Ciò che ne deriva è una top ten che da ragione ad Aurelio De Laurentiis: i due fanno parte dell’olimpo offensivo europeo e i loro valori di mercato – ad oggi pari rispettivamente ad 80 milioni per il georgiano e 110 per il nigeriano – hanno un senso proprio in quest’ottica. 

La coppia gol del Napoli 

La classifica europea in cui Osimhen e Kvara figurano tra i migliori d'Europa
Fonte immagine: profilo Ig Transfermarkt.it – statistica ricavata dai dati del sito omonimo.

La classifica quindi ci racconta dei due attaccanti partenopei presenti sul gradino più basso del podio, terzi con nove reti segnate da Osimhen su assist di Kvaratskhelia nel biennio 2022-2024. Davanti a loro Erling Haaland occupa il secondo posto assistito da De Bruyne, il quale gli ha fornito dieci assist vincenti; mentre sul gradino più alto troviamo l’incredibile quanto inquietante singola stagione della coppia Messi – Mbappé che in Ligue 1 raggiungono quota undici reti del francese su assist dell’argentino. 

La classifica continua con la coppia del Liverpool Salah – Nunez (8 reti e rispettivi assist) e vede presenze italiane solamente negli ultimi posti: il duo rossonero Giroud – Leao, quello biancoceleste Zaccagni – Felipe Anderson e quello bianconero Vlahovic – McKennie chiudono la classifica a quota sei. Ecco la classifica completa: 

  1. Mbappé – Messi: 11 reti (PSG) 
  2. Haaland – De Bruyne: 10 reti (Man City) 
  3. Osimhen – Kvaratskhelia: 9 reti (Napoli) 
  4. Salah – Nunez: 8 reti (Liverpool) 
  5. Morata – Griezmann: 7 reti (At Madrid) 
  6. Lacazette – Barcola: 7 reti (Lione) 
  7. Eze – Oliseh: 7 reti (C. Palace) 
  8. Giroud – Leao: 6 reti (Milan) 
  9. Zaccagni – Felipe Anderson: 6 reti (Lazio) 
  10. Vlahovic – McKennie: 6 reti (Juventus) 

Leggi anche: Fabrizio Romano sotto accusa in Danimarca

Simone Mannarino
Simone Mannarino
Classe '94 e laureato in Storia all'Università Statale di Milano, ama il calcio in ogni sua forma ed espressione. Alla costante ricerca di storie da raccontare che permettano di andare oltre ciò che vediamo tutte le domeniche.

Potrebbe interessarti anche: