Zaniolo Napoli: affare clamoroso, cosa c’è di vero nella trattativa

zaniolo roma
Fonte: Image Photo

Zaniolo al Napoli? È questa la novità di calciomercato lanciata questa mattina dai media italiani. Ma cosa c’è di vero dietro la clamorosa trattativa?

Il suo è da anni uno dei nomi più affascinanti e discussi del nostro calcio, anche se non sempre per quanto fatto in campo. Ora Nicolò Zaniolo, asso mai del tutto esploso della Roma, viene dato clamorosamente vicino al Napoli: a lanciare la bomba è stata questa mattina La Gazzetta dello Sport.

Un colpo destinato a fare scalpore, se venisse davvero concluso, ma che presenta non poche difficoltà. Cerchiamo allora di capire per bene di che cifre si sta parlando, e quante concrete possibilità ci sono che Zaniolo diventi effettivamente un giocatore del Napoli a breve.

Zaniolo Napoli perché si può fare

Che ci siano problemi tra Zaniolo e la Roma è una voce che circola da un po’ di tempo, e a scricchiolare sarebbe proprio il rapporto con José Mourinho. L’attaccante azzurro vorrebbe essere trattato da top player, sia nelle graduatorie del club giallorosso sia a livello d’ingaggio. Ma, nonostante questo, la Roma non ha ancora dato risposta ai suoi input.

Da un po’ si discute del rinnovo del suo contratto, che scade nel 2024 e vale ben 2,5 milioni di euro netti a stagione, che ne fanno solo l’undicesimo giocatore più pagato della rosa. Al momento, la Roma non sembra interessata a offrirgli nessun contratto, e si è ormai fatta largo l’ipotesi che possa partire, o nell’estate 2023 o già a gennaio. Magari pure con un forte sconto, per evitare di perderlo a zero a luglio 2024.

Zaniolo è sempre stato in cime alla lista della Juventus, che di sicuro non ha mollato la presa per lui. Ma non è facile che la Roma possa decidere di venderlo ai bianconeri. In più, la situazione – economica e societaria – nel club bianconero non è delle migliori, con l’inchiesta in atto sulle finanze del club: un grosso esborso per la punta giallorossa sembra al momento difficile da immaginare.

Zaniolo Napoli gli ostacoli alla trattativa

Ecco allora che il Napoli diventa una destinazione molto probabile per Zaniolo, che troverebbe un allenatore perfetto per valorizzare i talenti, una squadra di successo e ben strutturata, e grandi occasioni di crescita personale e sportiva. Tuttavia, l’operazione sembra molto complicata.

I 30 milioni stimati sono sicuramente un bello sconto rispetto al probabile prezzo del cartellino pieno del giocatore, ma restano comunque una bella cifra per il Napoli. Anche perché dalla scorsa estate De Laurentiis ha avviato una ristrutturazione della squadra che deve tenere in considerazioni anche le spese. Non a caso, il patron dei campani starebbe cercando nuovi investitori pronti a sobbarcarsi parte delle spese.

Poi ci sarà da valutare la questione dell’ingaggio di Zaniolo. 2,5 milioni l’anno è ad esempio quanto percepiscono in azzurro Demme, Ndombelé, Raspadori e Kim Min-jae (con il coreano che potrebbe ricevere un ritocco verso l’alto a breve). Solo Osimhen, Lozano e Zielinski vengono pagati di più, al momento. In più, con le discussioni sul rinnovo di Di Lorenzo, anche il terzino destro potrebbe alzare la cifra attuale del suo contratto (2,3 milioni).

Quindi, la spesa per il monte ingaggi del Napoli è destinata a salire presto, e le richieste di Zaniolo (mesi fa si parlava di 4 milioni l’anno chiesti alla Roma) sembrano troppo elevate per le possibilità dei partenopei. La possibile cessione di Demme libererebbe spazio salariale, ma potrebbe non essere ancora abbastanza. Anche perché, nel frattempo, Giuntoli e Spalletti hanno altre priorità sul mercato, specialmente a centrocampo e in difesa.