Cyril Ngonge chi è l’attaccante del Verona protagonista delle ultime partite

Cyril Ngonge sta trascinando il Verona fuori dalla zona salvezza a furia di gol e buone prestazioni. Vediamo chi è questo attaccante arrivato nel mercato di gennaio.

Il belga Ngonge è la rivelazione del Verona delle ultime giornate, già a quota due gol in tre partite. Un impatto fortissimo da parte dell’ex giocatore del Groningen, arrivato all’Hellas a titolo definitivo per una cifra intorno al milione di euro.

Cyril Ngonge è nato a Uccle, in Belgio, appena a sud di Bruxelles, il 26 maggio 2000. Cresciuto nel settore giovanile del Club Bruges, ha esordito in prima squadra il 2 dicembre 2018 nella partita di campionato vinta contro lo Standard Liegi.

Nove giorni dopo ha fatto il suo debutto addirittura in Champions League, e da titolare, contro l’Atletico Madrid. Una partita finita 0-0 in cui Ngonge venne utilizzato come esterno sinistro a tutta fascia nel 3-5-2 in una squadra dove a centrocampo c’era Sofyan Amrabat, attualmente alla Fiorentina.

Ngonge ha giocato anche due edizioni del Torneo di Viareggio col Bruges, nel 2018 e nel 2019 segnando in un’occasione. Chissà che proprio lì qualche squadra italiana non avesse già annotato il suo nome.

Ngonge Verona la situazione

Nella stagione 2019-20 Ngonge è passato in prestito al Psv Eindhoven, che l’avrebbe impiegato solo per la sua squadra B, che milita nella seconda divisione olandese. Per lui comunque buone cifre, 7 gol e 3 assist in 22 presenze.

L’anno successivo il debutto in Eredivisie, la Serie A olandese, a titolo definitivo con l’RKC Waalwijk, con cui va a bersaglio 5 volte, sfornando anche 2 assist in 20 presenze. Nel 2021 poi l’acquisto per 200mila euro circa da parte del Groningen, con cui in una stagione e mezzo ha totalizzato 10 gol e 3 assist in 42 presenze.

Ngonge è stato descritto al momento dell’acquisto come ala destra ma di piede mancino, capace all’occorrenza di ricoprire il ruolo di punta centrale. Al Verona sta approfittando dell’infortunio di Henry e di Djuric e della condizione diciamo altalenante di Lasagna. Con quest’ultimo ha giocato assieme, però, dal primo minuto nell’1-1 contro la Lazio, segnando il gol del pareggio addirittura di testa.

“Sono molto felice, soprattutto per essere diventato il primo giocatore del Belgio ad aver segnato nel massimo campionato italiano con la maglia dell’Hellas”, ha detto Ngonge nel dopopartita con la Lazio. “Mi sto trovando molto bene e mi sto integrando nel migliore dei modi. Questa sera in campo abbiamo dato tutto e combattuto, incitati da un pubblico che ci ha supportati dall’inizio alla fine”.

Stasera la sua seconda rete in maglia Hellas, contro la Salernitana. Bella, ma non paragonabile a quella premiata come miglior gol dello scorso campionato olandese con un colpo di tacco “a mo’ di scorpione” in una partita tra il suo Groningen e l’Az Alkmaar.

Alessandro Ruta
Alessandro Ruta
Milanese, classe 1982, vive vicino a Bilbao. Ha scritto una quindicina di libri, non solo di sport. In passato ha lavorato per La Gazzetta dello Sport e Mediaset, oggi collabora con varie testate italiane e spagnole

Potrebbe interessarti anche: