Fenomeno Thiaw ora è intoccabile nel Milan?

0
thiaw milan
Image Photo Agency

Malick Thiaw ha impressionato nella sua prova contro il Torino, risultando uno dei migliori in campo del Milan nell’1-0 contro i granata. L’inizio di una formidabile ascesa per lui?

Thiaw è stato schierato titolare nella difesa a tre voluta da Stefano Pioli per la sfida al Torino. I suoi voti, tutti tra il 6.5 e il 7 sui principali giornali italiani, significano una sola cosa: ha convinto sia gli osservatori che, chissà, anche lo stesso allenatore del Milan, che pare essere diventato con lui un filo meno intransigente rispetto agli altri nuovi acquisti.

“Ha fatto molto bene. In Germania ha giocato spesso a tre. Sono contento che abbia fatto bene, se ha giocato solo stasera è perché prima ho visto meglio altri suoi compagni”, queste sono state le parole di Pioli su Thiaw al termine della partita.

Tenendo conto che Kjaer col rientro imminente di Tomori sembra destinato alla panchina e che Kalulu è intoccabile, il tedesco (capitano della Germania Under 21) ha davanti a sé un futuro roseo con il Milan, con ambizioni da titolare fisso nella nuova difesa a 3 rossonera.

Thiaw Milan stipendio

Classe 2001, Thiaw è stato fino alla scorsa stagione un titolare inamovibile dello Schalke 04, nobile decaduta del calcio teutonico promossa in Bundesliga dopo due anni di Purgatorio. Una squadra, lo Schalke, storicamente celebre per il suo vivaio da cui sono usciti diversi pilastri anche della nazionale tedesca, come Goretzka e Neuer.

Alto 1.94, il Milan l’ha pagato l’estate scorsa 7 milioni. Un investimento oculato per un giocatore che sarebbe andato in scadenza con lo Schalke nel 2024. Il nuovo contratto firmato da Thiaw con i rossoneri sarà fino al 2027, con uno stipendio di 800mila euro a stagione. 

Un’operazione sempre nell’ottica dei colpi giovani a basso costo, come del resto quelli del Milan negli ultimi anni, nonostante qualcuno non stia rendendo oppure non sia addirittura mai sceso in campo o quasi, come il francese Adli.

Difensore polivalente, capace di giocare in ogni ruolo della retroguardia sia a tre che a quattro (in questo, anche per la stazza, assomiglia un po’ a Rudiger del Real Madrid), Thiaw in passato allo Schalke 04 è stato schierato anche da mediano.

Ieri la sua partita col Torino è stata al limite della perfezione: 4 contrasti vinti, una spazzata, 4 recuperi, 3 duelli aerei vinti su 4, 5 uno contro uno vinti su 7. “Non arriviamo da una situazione facile, l’importante era vincere e sbloccarsi, siamo felici del gol di Olivier. Siamo un gruppo forte. Personalmente sono felice di aver contribuito, siamo stati compatti nella ripresa. Era importante proteggere la porta del Milan stasera”, queste le parole di Thiaw.

Ora tocca al Tottenham, avversario di ben altro spessore, per testare la forza d’urto della nuova difesa del Milan con Thiaw come protagonista.