Euro 2020, Spagna-Svezia 0-0 | Statistiche e migliore in campo

La Spagna fa il primo passo falso della propria competizione, pareggiando 0-0 contro la Svezia: statistiche e migliore in campo del match.

La Spagna importa contro la Svezia nel primo match del proprio girone di questi Europei.

Nel primo tempo è la Spagna a fare la partita, controllando il gioco e creando occasioni pericolose, su tutte una con Alvaro Morata che, a tu per tu con Olsen, non riesce a centrare la porta. Le Furie Rosse però non riescono a sfondare e rischiano sul finale della prima frazione di gioco, con Isak che si libera in area e tira a botta sicura, trovando sulla riga di porta la risposta di Llorente che devia il pallone sul palo, salvando i suoi.

Nel secondo tempo è ancora più dominante la Spagna, con la Svezia che si spegne definitivamente con l’uscita dal campo di Isak. Le Furie Rosse sbattono però contro un eroico Olsen, decisivo in più di un’occasione nel mantenere il risultato fermo sullo 0-0 fino alla fine.

LEGGI ANCHE: Euro 2020, Polonia-Slovacchia 1-2 | Statistiche e migliore in campo

Spagna-Svezia: le statistiche

I numeri parlano di un netto dominio della Spagna. Sono addirittura 17 i tiri delle Furie Rosse, contro i 4 della Svezia: 8 contro 2 in porta. Gli spagnoli sono tremendamente inefficaci sotto porta, cogliendo lo specchio meno della metà delle volte rispetto ai tentativi effettuati.

Il possesso palla della Spagna è del 75%, un vero e proprio monologo giallorosso, ma non basta. La Svezia tocca pochi palloni e lo fa con poca precisione, con appena il 60% della precisione passaggi. Solo nel primo tempo, Laporte, Pau Torres e Jordi Alba hanno realizzato, da soli, più passaggi di tutta la difesa svedese. Numeri impressionanti.

LEGGI ANCHE: L’Europeo può essere la svolta per Patrick Schick?

Lo sforzo offensivo non basta però alla Spagna, che non riesce ad abbattere il fortino svedese. Le Furie Rosse non hanno segnato alcun gol in due dei loro ultimi tre match internazionali: tante volte quante nelle precedenti 51 partite. Numeri allarmanti.

In una serata negativa resta comunque il record messo a segno da Pedri, che a 18 anni e 201 giorni è il più giovane calciatore spagnolo ad avere giocato un match tra Europei e Mondiali, superando il record di Fabregas nel mondiale del 2006.

LEGGI ANCHE: Tutte le rose dei convocati delle nazionali di Euro 2021

Spagna-Svezia: il migliore in campo

La UEFA ha premiato come migliore in campo il difensore svedese Victor Lindelöf, autore di una grandissima prova in difesa, opponendosi con grandissima efficacia agli attacchi della Spagna.

Menzione d’onore anche a Robin Olsen, che con i suoi interventi miracolosi tiene a galla più volte la Svezia, mettendo i guanti su un preziosissimo punto conquistato ai danni della Spagna, strafavorita nel girone.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!