Perché il Siviglia è molto contento per questo Mondiale

bounou martial
Fonte: Image Photo

Perché il Siviglia è molto contento dell’andamento di questo mondiale specialmente in ottica calciomercato. 

Il club spagnolo sta attraversando un pessimo momento nella Liga, ma potrebbe avere una grande spinta grazie alle prestazioni dei suoi giocatori in Qatar, come Bounou ed En-Neysri. Sta andando veramente male in questa stagione la squadra Andalusia, che a ottobre aveva dovuto persino cambiare allenatore passando da Lopetegui a Sanpaoli (un ritorno peraltro). Il Siviglia è in zona retrocessione nella Liga, addirittura, e in Champions League è stato piallato sia dal Manchester City che dal Borussia Dortmund, salvando quantomeno il terzo posto ed entrando in Europa League.

La squadra non gira, tutta la campagna acquisti estiva è stata un disastro e i vecchi non stanno mantenendo lo stesso rendimento che in passato, quando i biancorossi erano stati vicini nientemeno che alla conquista della Liga. Prima dell’inizio del mondiale in Qatar il direttore sportivo Monchi, ex Roma, aveva lasciato intendere che la rosa sarebbe stata rivoluzionata in inverno, con una lunga lista di partenti.

Il fatto è che forse il Siviglia dovrà vendere alcuni dei protagonisti della Coppa del mondo, giocatori che non sarebbero sul mercato in teoria ma che vista la loro forma recente rischiano di scatenare aste in mezza Europa. Due nomi su tutti, quelli dei due marocchini Bounou ed En-Neysri, uomini-copertina della squadra sorpresa in Qatar. Senza contare che l’Argentina ha tra le sue fila altri “sevillisti” come Acuna, Montiel e il Papu Gomez.

Siviglia Mondiale vetrina mercato

Monchi è quindi molto attento alla situazione della Coppa del mondo in cui potrebbe esserci almeno un vincitore biancorosso. Addirittura un’eventuale finale tra Marocco e Argentina per un trionfo completo. Si sfrega le mani il direttore sportivo ex Roma dopo aver visto per mesi Bounou, En-Neysri, ma pure i tre argentini, giocare veramente da schifo.

Il portiere a volte è stato sostituito da Dimitrovic, per dire, mentre il centravanti marocchino si è diviso il ruolo da titolare assieme al danese Dolberg e a Rafa Mir, segnando appena 2 gol in Champions e nessuno nella Liga, pazzesco. I due marocchini hanno visto incrementare il loro valore di mercato, rispettivamente intorno ai 15 e ai 12 milioni, ma in passato quando il Siviglia andava forte, erano arrivati a 20-25 Bounou e addirittura 40-50 En-Neysri.

Un altro miracolo di questa coppa del mondo in cui i pronostici si stanno ribaltando ogni giorno e in cui le big d’Europa stanno monitorando senz’altro le varie nazionali, i prezzi dei giocatori e il loro stato di forma. In questo, il Siviglia è tra i club più attenti a fare il tifo per i rispettivi elementi. Sia per sé che per eventuali cessioni a peso d’oro.