Simeone al Napoli: come gioca e che fare al Fantacalcio

Giovanni Simeone il nuovo bomber degli azzurri: il Napoli ha ingaggiato l’argentino come vice Osimhen. Scopriamo le sue caratteristiche

Attaccante ed argentino, un connubio che in casa Napoli da sempre richiama l’attenzione e tiene dritte le antenne. Giovanni Simeone inizia la sua nuova avventura nel migliore dei modi ed ufficialmente, dopo l’attesa per un annuncio che tardava ad arrivare.

“L’attesa del piacere è essa stessa piacere” l’aforisma dello scrittore e filosofo tedesco Gotthold Ephraim Lessing che, probabilmente, ha fatto suo anche l’attaccante argentino. Simeone ha rifiutato tutte le destinazioni per Napoli, spinto in questa scelta anche dal padre Diego, grande amico di un altro Diego, il più grande di tutti i tempi. E su Instagram, sorridente e felice con la maglia azzurra indosso, ha anche sottolineato la sua “felicità immensa”. Città unica e squadra speciale, si legge, e “la sensazione che certe strade siano destinate ad unirsi” il suo messaggio con l’immancabile “Forza Napoli Sempre!!!”.

Insomma, un bel biglietto da visita, in attesa di sentire il Maradona urlare il suo nome. Ha promesso gol, tanti, ed i tifosi sono pronti ad osannarlo. D’altronde deve farsi perdonare la tripletta con la maglia della Fiorentina che mise fine al sogno scudetto azzurro nel 2018.

Giovanni Simeone: le sue caratteristiche

Ma che tipo di calciatore si devono aspettare i tifosi azzurri? Giovanni Simeone è una classica prima punta anche se interpreta il ruolo nella maniera più moderna possibile. Classe ’95, nonostante i suoi 180 centimetri di statura è agile e sgusciante, davvero difficile d marcare per i difensori avversari.

La scorsa stagione è stata la migliore dal punto di vista realizzativo; ben 17 reti con la maglia del Verona, senza alcun rigore battuto, numeri davvero di rilievo che evidenziano come sia arrivato alla maturità definitiva. D’altronde in Serie A ha sempre timbrato il cartellino con regolarità; in doppia cifra con quattro maglie diverse, dal Genoa alla Fiorentina, fino a Cagliari e Verona, nel nostro campionato 67 reti e 20 assist in 215 presenze.

Punta centrale, il Cholito si adatta – e bene – con ogni tipo di modulo; è un centravanti che fa reparto da solo, in grado di caricarsi sulle spalle il peso dell’attacco ma sa anche dialogare con i compagni, sia in un tridente che con un calciatore offensivo alle spalle, come può essere il trequartista in un 4-2-3-1. Efficace anche nel gioco aereo, quattro le reti segnate con il colpo di testa a completare il suo bagaglio tecnico.

Cosa fare al Fantacalcio

È naturalmente una punta che non parte di certo come titolare. Se avete acquistato (o avete intenzione di farlo) Osimhen, allora è quasi naturale spendere qualche fantamilione per assicurarsi l’argentino di Buenos Aires. Puntare solo su di lui è certamente un azzardo, a meno che non si tratti di un profilo “per fare numero”. Una cosa sembra certa; quando scenderà in campo, da titolare oppure a partita in corso, le possibilità del +3 saranno molto elevate.