HomeCalcio EsteroSilas Wamangituka non esiste: in Germania c'è un nuovo caso Eriberto

Silas Wamangituka non esiste: in Germania c’è un nuovo caso Eriberto

Il centravanti dello Stoccarda Silas Wamangituka ha rivelato di aver assunto un’altra identità per potersi svincolare dal suo ex club. Ora rischia una lunga squalifica

Se avete seguito l’ultima stagione di Bundesliga non vi saranno sfuggite le grandi prestazioni, condite da una pioggia di gol, di Silas Wamangituka, attaccante dello Stoccarda nonché una delle grandi rivelazioni del calcio tedesco.

LEGGI ANCHE: Convocati Italia Europei 2021: i 26 scelti da Roberto Mancini

Il bomber del club biancorosso ha finito la stagione infermeria a causa di un brutto infortunio e, quando rientrerà, è molto probabile che la sua maglietta brandizzata col numero 14 varrà un mucchio di soldi in più. Il motivo? Semplice: Silas Wamangituka non esiste.

Il comunicato dello Stoccarda

Sì, avete capito bene: Silas Wamangituka, sostanzialmente, non è mai stato chi ha detto di essere. A rivelarlo è stato lo stesso Stoccarda con un comunicato sul proprio sito ufficiale: “Ci ha recentemente rivelato – si legge – di essere stato vittima delle macchinazioni del suo ex agente e che Wamangituka non è il suo vero nome”.

LEGGI ANCHE: Tutte le rose dei convocati delle nazionali di Euro 2021

In ogni caso, lo Stoccarda lo difenderà visto che lo stesso calciatore, in una intervista, ha detto di essere stato raggirato da un procuratore senza scrupoli, che per piazzarlo meglio sul mercato decise di mettere in scena questo teatrino. Lo stesso, per intenderci, che fece ai tempi l’ex centrocampista del Chievo Eriberto, poi diventato Luciano.

LEGGI ANCHE: Calendario Europei 2021: calendario, date, partite e gironi

“Fino a oggi non avrei mai osato fare questo passo. Ma ora ho capito che non devo più vivere nella paura e posso giocare a carte scoperte. Negli ultimi anni – ha detto Wamangituka – ho avuto paura anche per la mia famiglia in Congo, ma ora qui mi sento a casa, mi sento al sicuro”.

Chi è il vero Silas Wamangituka

E quindi chi si cela dietro la vera identità di Silas Wamangituka? Semplicemente Silas Katompa Mvumpa, che di anni non ne ha 21 ma 22 e in Germania ci è arrivato proprio sfruttando uno svincolo dal suo ex club che poteva avvenire soltanto in quanto minorenne, cosa che lui in realtà non era più.

LEGGI ANCHE: Stadi Europei 2021: tutti gli impianti del torneo

Mislintat, il dirigente che si occupò dell’operazione per lo Stoccarda, lo prese direttamente in Congo rapito totalmente dalle sue doti fisiche. Wamangituka, o meglio Katompa, quest’anno ha girato su numeri incoraggianti e chiudendo con 11 gol in 25 partite, sentenziando tra gli altri anche il BVB con una straordinaria doppietta. Dfb e Dfl faranno le valutazioni del caso e poi si pronunceranno: le accuse di falsificazione di documenti ufficiali non aiutano, ma dallo Stoccarda filtra fiducia.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti