HomeCalcio EsteroSergio Ramos al Milan, pista concreta o suggestione?

Sergio Ramos al Milan, pista concreta o suggestione?

Sergio Ramos sarà uno dei pezzi pregiati del prossimo mercato. Lo spagnolo lascerà il Real Madrid a parametro zero: il Milan ci pensa?

Un contratto in scadenza a giugno, un rapporto ormai incrinato con il suo attuale presidente, ambizioni che potrebbero convincerlo ad andare a giocare altrove. In casa Real Madrid tiene banco il caso Sergio Ramos, leader e capitano di una squadra che quest’anno sta incontrando davvero tante difficoltà.

Con i risultati che non arrivano e i problemi fisici che non lo lasciano in pace, il centrale madridista sta cercando di decriptare quello che sarà il suo prossimo futuro. Difficilmente lo vedremo svernare in MLS o in qualche paradiso orientale ma, contestualmente, dopo così tanti anni è anche solo difficile immaginare Sergio Ramos con altri colori addosso.

Eppure, da qualche giorno, c’è una voce che si rincorre e che lo vedrebbe addirittura sbarcare in Italia. E se il capitano del Real Madrid finisse al Milan? L’asse tra le due dirigenze è sempre molto caldo e, sebbene il giocatore andrebbe comunque in scadenza, il suo approdo in rossonero potrebbe rendere meno amaro l’addio al Real.

sergio ramos
Fonte Immagine: @sergioramos (Instagram)

Sergio Ramos al Milan, perché sì

Paolo Condò, giornalista di Sky Sport, intervenendo sul canale Youtube di Stefano Borghi ha lanciato un’interessante spunto di riflessione: “Un amico mi ha rivelato che non rimarrà al Real Madrid. Se Paolo Maldini lo chiamasse di persone, lui ci penserebbe seriamente a un trasferimento al Milan. Per Sergio Ramos sarebbe un grande onore giocare nella squadra rossonera”.

In effetti, il giocatore non ha mai fatto mistero di apprezzare la Serie A, campionato nel quale è approdato tre anni fa anche il suo ex collega Cristiano Ronaldo. Al Milan sarebbe titolare fisso, nemmeno a dirlo, ma soprattutto vestirebbe sin da subito i panni di leader, cosa che lo esalta particolarmente.

Infine, come sottolineato da Condò, ci sarebbe la certezza di far parte di un progetto certificato, vista la stima sconfinata per la figura di Paolo Maldini. Che Sergio Ramos lo conosce per averlo incrociato qualche volta sul campo e poi, più di recente, in un trofeo Santiago Bernabeu al termine del quale lo spagnolo si è letteralmente inginocchiato davanti al suo idolo sportivo.

Sergio Ramos al Milan, perché no

Sulla carta l’affare Sergio Ramos potrebbe essere un grande colpo per il Milan. Tuttavia, per completezza, bisogna considerare anche alcuni fattore che non renderebbero lo spagnolo un calciatore sul quale puntare. Se da una parte il suo arrivo porterebbe enorme vantaggi dal punto di vista del marketing, dall’altra il suo tesseramento rappresenterebbe un investimento economico oneroso, soprattutto a perdere.

Oggi Sergio Ramos percepisce 15 milioni di euro netti a stagione. È ovvio che lasciando il Real Madrid non potrà pretenderne altrettanti, ma di sicuro dovrebbe essere quello più pagato in rosa. Il che non sarebbe nemmeno un problema così grosso, se non fosse che la proprietà rossonera da un paio di anni ha dato il là a un processo di abbattimento massiccio del monte ingaggi.

Infine, va considerato di conseguenza anche il fattore anagrafico: Sergio Ramos compirà 35 anni il prossimo 30 marzo. Ergo, non è più un investimento sostenibile nonostante costi come un top player. Certo, l’eventuale – molto probabile, a questo punto – qualificazione in Champions League del Milan potrebbe senz’altro aiutare. Tutto, quindi, si giocherà lì: come finirà?

LEGGI ANCHE: Chi è Carlo Cottarelli, presidente di Interspac interessato all’Inter

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti