Altra tegola per la Salernitana: stop dell’Asl alla trasferta di Udine

Alla Salernitana piove sul bagnato: dopo tutti i problemi tecnici e societari arriva anche il Covid, con lo stop dell’Asl alla trasferta di campionato.

Nuovi guai per la Salernitana: l’Asl ha disposto il divieto di partire per la trasferta di Udine, dove domani i campani termineranno il girone d’andata con il match delle 18.30. Troppi contagi nel club granata, che fanno preoccupare l’agenzia sanitaria locale in vista del prossimo turno di campionato.

Leggi anche | Salernitana, dalla Serie A al rischio radiazione: tutta la storia

Una situazione che si aggiunge a quella già complicata attorno alla squadra, ultima in classifica con 8 punti in 18 partite e al centro della vicenda della proprietà, su cui domani si pronuncerà il Consiglio Federale e che potrebbe anche concludersi con la radiazione dal calcio italiano.

Lo stop dell’Asl alla Salernitana

Nelle ore del tardo pomeriggio di lunedì 20 dicembre, è arrivata la notizia del comunicato dell’Asl, che ha blocca la trasferta del giorno seguente in Friuli. Attualmente non è noto il numero di calciatori contagiati nel gruppo squadra granata, ma la decisione dell’autorità sanitaria lascia intendere che la situazione è ritenuta abbastanza preoccupante.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Le prime fonti parlavano solo di “alcuni casi di positività”, come riferito dall’Ansa, eanche il club ha in seguito parlato di “accertate positività nel gruppo squadra”, senza specificare il numero. Inizialmente si era atteso l’esito dei tamponi molecolarida svolgersi martedì mattina, ultima speranza per scongiurare il rinvio della partita, ma il responso è stato alla fine negativo. A comunicarlo è stata la stessa Salernitana martedì mattina.

Leggi anche | Salernitana, cosa succede in caso di radiazione

A questo punto sarà necessario riprogrammare la sfida contro l’Udinese nel calendario della Serie A, ma sarà anche da capire quando la Salernitana potrà tornare a giocare: le prossime partite sono al momento fissate per il 6 e il 9 gennaio contro Venezia e Verona, ma tutto dipende da quando la situazione contagi all’interno dello spogliatoio sarà rientrata nella normalità.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI