martedì, Maggio 21, 2024

Colpo Roma: arriva Llorente, chi è e come gioca

Diego Llorente è un nuovo giocatore della Roma: acquisto a sorpresa per i giallorossi, che chiudono l’operazione per il difensore spagnolo del Leeds.

Forse non basterà a dimenticare la sconfitta di ieri sera col Napoli, ma è comunque una buona notizia con cui iniziare la settimana. Tiago Pinto regala a Mourinho il secondo acquisto di questo gennaio 2023 dopo Solbakken, con il difensore spagnolo Diego Llorente, in arrivo dal Leeds, secondo quanto riporta stamattina Calciomercato.com.

Il nuovo rinforzo giallorosso arriva con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 10 milioni di euro. Con Llorente alla Roma, potrebbe sbloccarsi la cessione di Matias Viña al Bournemouth, secondo quanto scritto dal sito.

Chi è Diego Llorente, nuovo colpo della Roma

Classe 1993, Llorente compirà 30 anni ad agosto ed è un giocatore molto esperto, cresciuto nel Real Madrid e conosciuto soprattutto per il suo periodo al Leeds agli ordini di Marcelo Bielsa. Uscito dal vivaio delle Merengues, si è messo in mostra per la prima volta al Malaga nel 2016/2017, in seconda divisione agli ordini di Juande Ramos, ma è poi esploso nelle due annate succesiva, in Liga con la Real Sociedad.

Il Leeds lo ha acquistato nell’estate del 2020 per 20 milioni di euro, e nella sua prima annata in Premier League ha giocato 16 partite segnando 2 reti. Nella stagione seguente il suo minutaggio è aumentato, arrivando a 31 partite con 3 gol realizzati. Diego Llorente è anche un giocatore nel giro della nazionale spagnola, con cui ha giocato in tutto 10 partite (l’ultima a giugno 2022 in Nations League).

Come gioca Diego Llorente

Diego Llorente è un difensore centrale molto duttile e con un’ottima capacità di impostazione, oltre a una notevole forza fisica. Destro di piede, lo spagnolo può essere impiegato all’occasione sia come mediano davanti alla difesa che come terzino destro.

Da questo punto di vista, il suo ruolo nella Roma potrebbe essere quello di alternativa importante in vari settori del campo, ma riesce difficile immaginarlo come vera alternativa al partente Viña, dato che non ha mai giocato a sinistra. Potrebbe piuttosto alternarsi con Celik come terzino destro, vista la situazione con Karsdorp. Più difficile, invece, che possa trovare spazio da centrale: nello stesso reparto, la Roma ha già Smalling, Mancini, Kumbulla e Ibañez.

Potrebbe interessarti anche: