Il Qatar si compra anche il Manchester United, cosa c’è di vero

0
bruno fernandes manchester united
Image Photo Agency

Anche il Manchester United è finito nei radar degli sceicchi del Qatar, con un’offerta d’acquisto che pare pronta ad essere lanciata sui Red Devils.

C’è un altro sceicco pronto a entrare in Premier League, con l’obiettivo di acquistare il pezzo forse più pregiato di tutti: il Manchester United. Un consorzio guidato da Jassim Bin Hamad Al Thani, presidente della Qatar Islamic Bank (QIB), ha infatti formalmente annunciato di aver presentato un’offerta per comprare i Red Devils.

Una cifra che vista così è “esagerata”, 6 miliardi di euro, ma che evidentemente quando si parla di sceicchi e del Qatar sembrano quasi degli spiccioli, dal loro punto di vista. Sul piatto secondo i tabloid d’Oltremanica, comunque, ci sarebbe anche un’altra offerta, formalizzata dal miliardario britannico Jim Ratcliffe.

Quest’ultimo è il leader del gruppo petrolchimico Ineos, già proprietario del Nizza in Francia, del Losanna in Svizzera, oltre che dell’omonima squadra di ciclismo dove uno dei nomi di riferimento è il nostro Filippo Ganna. L’offerta di Ratcliffe è di 4,5 miliardi di euro più l’azzeramento del debito del club.

Qatar Manchester United ci siamo?

“L’offerta mira a riportare il club al suo antico splendore, sia dentro che fuori dal campo, e si concentrerà su riportare i tifosi nel cuore del Manchester United Fotball Club. L’offerta sarà completamente priva di debiti tramite la Sheikh Jassim Foundation, che investirà nelle squadre, nella struttura di allenamento, nello stadio, nelle infrastrutture e nelle comunità supportate dal club”.

Questo il comunicato ufficiale da parte dell’entourage dello sceicco,  che non parla di cifre come si può vedere, riportato dal giornalista Fabrizio Romano sul suo profilo Twitter.

Se l’offerta sarà comunque accolta, il Manchester United si vedrà azzerare i propri debiti, che attualmente ammontano a 580 milioni di euro, e i suoi promotori si impegneranno a “investire nelle squadre di calcio, nel centro di allenamento, nello stadio e nelle infrastrutture più ampie”, come si può vedere.

La Qatar Islamic Bank è una delle maggiori banche del Qatar. Il suo azionista di maggioranza è il fondo sovrano Qatar Investment Authority, che possiede la Qatar Sports Investments (Qsi), che a sua volta controlla già il Paris Saint-Germain. Figlio di un ex primo ministro del Qatar, lo sceicco Jassim Bin Hamad Al Thani, 42 anni, si dice sia stato un tifoso del Manchester United fin dall’infanzia.

Con l’eventuale acquisto del Manchester United da parte della Qib la Premier League e in generale il calcio di alto livello si assisterebbe a un salto di qualità ulteriore degli investimenti, perché i Red Devils, il brand più conosciuto al mondo, sembravano quasi inavvicinabili, con la famiglia Glazer “al potere” e contestata dai tifosi per i pessimi risultati degli ultimi anni, uniti a investimenti faraonici e poco produttivi.

Così nella città di Manchester, sempre in caso di conclusione positiva di questo affare, ci sarebbe un clamoroso “derby”, visto che già il City ha già un gruppo con gli sceicchi come proprietario.